agosto 20, 2017

,

Recensione - Fior di Magnolia thalasso scrub corpo

Lo scrub corpo è un prodotto che non uso con costanza, alternando periodi in cui ne provo diversi, a periodi in cui non ne utilizzo neppure uno. Quest'estate mi sono imposta di non lasciarlo a far polvere nel cassetto, a maggior ragione quando ho acquistato il thalasso scrub di Fior di Magnolia, del quale più volte ho sentito parlare bene.


E' un classico scrub in barattolo con doppio tappo, il solito tappo in plastica che si avvita e la pellicola salva - freschezza. Vi è anche una spatolina per mescolare il prodotto all'interno. La confezione non riporta molte informazioni: il prodotto ha proprietà esfolianti e purificanti date dal sale marino, unite alle proprietà rivitalizzanti delle alghe. Dovrebbe rendere la pelle morbida e levigata. 

PAO: 12 mesi
QUANTITA': 600 grammi
REPERIBILITA': supermercati Eurospin
PREZZO: circa 3 euro

Ingredienti

Immagine SODIUM CHLORIDE (viscosizzante)
Immagine PEG-7 GLYCERYL COCOATE (emulsionante / tensioattivo)
Immagine GELIDIUM CARTILAGINEUM EXTRACT (legante / viscosizzante)
Immagine ASCOPHYLLUM NODOSUM EXTRACT (condizionante cutaneo)
Immagine MARIS SAL (SEA SALT) (additivo biologico)
Immagine PARFUM
Immagine AQUA (solvente)
Immagine LECITHIN (antistatico / emolliente / emulsionante)
Immagine ASCORBYL PALMITATE (antiossidante / coprente)
Immagine PROPYLENE GLYCOL DIETHYLHEXANOATE (emolliente)
Immagine BUTYLENE GLYCOL (umettante / solvente)
Immagine CITRIC ACID (agente tampone / sequestrante)
Immagine TOCOPHEROL (antiossidante)
Immagine CI 42090 (colorante cosmetico)

Il thalasso scrub di Fior di Magnolia ha una profumazione fresca che non riesco ad identificare bene, ma che in un certo senso mi ricorda la spiaggia e il mare. La colorazione azzurro-verde contribuisce a darmi questa sensazione e sicuramente anche la composizione, costituita dal sale marino e da una parte liquida, non propriamente oleosa.


Mi è piaciuto molto come scrub e lo sto utilizzando con piacere, alternandolo a quello della Tropical summer di Cien. Dopo aver miscelato il prodotto con la spatolina, ne prelevo una buona quantità e la applico sulla pelle bagnata, in particolare nelle zone dove è più secca e ruvida, massaggiando per qualche minuto dal basso verso l'alto. Non posso usare questo scrub su pelle asciutta, perché per me risulterebbe troppo aggressivo, in quanto ha un ottimo potere esfoliante e levigante. La presenza del sale, infatti, aiuta ad eliminare le cellule morte, prevenire i peli incarniti e rinnovare la pelle, mentre la parte oleosa aiuta a mantenere la pelle morbida e levigata, seppur questa sensazione non duri moltissimo. Non è uno di quei prodotti che lascia la doccia unta e a rischio scivoloni, ma vi consiglio comunque di risciacquare bene, dopo il suo utilizzo. Non è uno scrub che consiglio alle pelli molto delicate, perché secondo me potrebbe dare problemi di arrossamenti: le prime volte che lo usavo, a volte mi ritrovavo come dei graffi in alcuni punti delle gambe. Nonostante questo piccolo inconveniente, è un prodotto che trovo ottimo, considerato il prezzo irrisorio e la facile reperibilità.

Se cercate uno scrub corpo efficace e competitivo rispetto ad altri più costosi, ve lo consiglio. Qual è il vostro rapporto con lo scrub? Siete pigre come me, oppure lo fate regolarmente? Come sempre, aspetto la vostra esperienza giù tra i commenti :)

Continue reading Recensione - Fior di Magnolia thalasso scrub corpo

agosto 17, 2017

Come organizzo il beauty per il week end [estate 2017]

Ogni anno, di questi tempi, vi propongo il mio metodo per organizzare il beauty case da portare in vacanza, perché è una tematica che mi rilassa e mi piace preparare. Non voglio dilungarmi eccessivamente, perché vorrei lasciare spazio alle foto e alla parte sostanziosa del post, ma è giusto specificare per quale tipo di vacanza ho pensato a questa organizzazione. Come quasi ogni anno, con la mia parrocchia parto per un ritiro lampo di 3 giorni in una zona di montagna, per cui non ho problemi di peso/misura bagagli, seppur cerchi sempre di non andare oltre il classico bagaglio a mano. Non uscendo durante il giorno e non avendo necessità di truccarmi, non vedrete make up, se non giusto due prodotti per la base viso, perché non mi sento a mio agio col viso totalmente struccato e pieno di brufoli. Rispetto allo scorso anno (cliccando qui vedrete il beauty del 2016), stavolta mi sono concessa più prodotti e più full size, perché in questi 3 giorni non voglio abbandonare la skin care che seguo in casa, come coccola in più che di certo, sommata alle altre attività che farò, mi rilasserà. 


Il beauty case che ho deciso di portare, proprio perché estremamente capiente e allo stesso tempo compatto, è questo rettangolare in tessuto, che onestamente ho in casa, credo, dalla mia infanzia. All'interno è foderato in un tessuto impermeabile e lavabile e mi piace soprattutto per il fatto che rimane abbastanza piatto, nonostante, come vedrete, sia ben pieno. 


In una prima sacca trasparente, acquistata da Tiger, ho inserito tutti i liquidi che potrebbero rovesciarsi o che, usando con le mani bagnate, rischierebbero di sporcare il resto del beauty:

  • bagnoschiuma
  • detergente intimo e sapone per il viso, per entrambi ho scelto il detergente delicato viso e mani di Natura bella
  • mini size di dentifricio
  • mini size di acqua micellare di Clinians (se vi interessa, l'ho trovata da Ovs)
  • dischetto in silicone che ho acquistato da pochissimo da Ovs, del marchio coreano Oh K!
  • campioncini vari di creme corpo


In due bustine per alimenti di Tiger ho inserito:
  • cuffie da doccia
  • elastico, pinza per capelli, rasoio, pinzetta, cotton fioc


  • salviette struccanti
  • salviette intime
  • spazzolino
  • spazzola in legno


  • crema protettiva con ossido di zinco di Natura verde, per eventuali arrossamenti o punture di insetti
  • gel per i piedi della Tropical summer di Cien
  • deodorante per i piedi della Tropical summer di Cien
  • crema viso per la sera di Bio Phytorelax
  • crema viso per il giorno di Vivi Verde Coop
  • burrocacao al karité de I Provenzali
  • acqua di colonia Chicco
  • deodorante in crema Iris di L'Erbolario
  • contorno occhi de I Provenzali con olio di rosa mosqueta



Per il make up porto soltanto il fondotinta All matt plus di Catrice, il correttore liquido Cover all di Wet n wild e il pennello n.05 di Kiko. 

Come vedete, rispetto allo scorso anno ho inserito qualche prodotto di skincare in più, ma tutto sommato non credo di aver esagerato. Voi come organizzate il vostro beauty per le vacanze? A me, come avrete ormai capito, piace essere sempre organizzata, almeno nella fase di preparazione ;)





Continue reading Come organizzo il beauty per il week end [estate 2017]

agosto 14, 2017

, , , ,

Preferiti e bocciati del periodo

Buongiorno! Nel post di oggi vorrei parlarvi di qualche prodotto che sto utilizzando e di cui non credo che farò una recensione dedicata. Volevo comunque dirvi cosa ne penso, anche perché qualcuno di essi è davvero interessante, mentre qualcun altro, secondo me, da evitare.


Il primo prodotto di cui vi parlo è il latte detergente di Kaloderma, in particolare quello dalla confezione verde e con ingredienti al 95% di origine naturale. L'ho acquistato, udite udite, ben tre anni fa e l'ho tenuto sigillato fino a qualche mese fa, per la mole di latte detergenti che avevo da utilizzare prima di lui. E' un prodotto che vi sconsiglio, perché fondamentalmente è inutile. Io uso il latte detergente innanzitutto come detergente del mattino in inverno, nelle giornate in cui mi sveglio con alcune zone del viso più disidratate: il prodotto cremoso, a differenza del classico detergente, mi aiuta a ristabilire la situazione. Rispetto ad altri prodotti che ho provato, questo non mi ha soddisfatta, neppure come struccante, perché ha uno scarso potere struccante sia sugli occhi, che sul viso. Terminarlo sta diventando un'impresa e di certo non lo riacquisterò.


Un prodotto che invece mi sta piacendo, anche se l'ho acquistato da un paio di settimane, è il pennello per fondotinta di Kiko, n.05, a sezione piatta e con setole abbastanza fitte, che io sto usando per applicare il fondotinta liquido. Trovo che i pennelli che hanno questa forma siano i più indicati per i prodotti liquidi, perché assicurano una coprenza medio-alta, una stesura uniforme e permettono di stratificare il prodotto fin quando si vuole. Fino a questo momento le mie impressioni sono positive, l'ho lavato diverse volte e non ha stinto o perso peli, inoltre l'impugnatura mi sembra abbastanza resistente. L'unica accortezza che bisogna avere, è lavorare bene il prodotto e non andare di fretta nello stenderlo, altrimenti sulla pelle tendono a formarsi le classiche striature di prodotto.


Come sapete, i deodoranti sono una di quelle categorie di prodotto in cui mi piace sperimentare, nonostante abbia uno - due brand di riferimento, quando voglio essere sicura di stare profumata e protetta a lungo. Da Acqua e Sapone, due-tre mesi fa, ho acquistato il deo vapo con allume di rocca di Naturaverde pharma, nella profumazione al talco, che purtroppo si è rivelato un vero flop. Innanzitutto non mi piace l'erogazione rilasciata dal beccuccio, in quanto il prodotto viene spruzzato in forma liquida e non correttamente vaporizzato, con la conseguenza che cola e macchia i vestiti, se li indossate subito dopo. La profumazione è delicata e piacevole, ma il prodotto in sè, su di me, ha una scarsa tenuta: dopo qualche ora, soprattutto se ho sudato, comincio ad avvertire cattivo odore. La sensazione che il deodorante ti stia abbandonando, quando sei fuori e non puoi rimediare, è davvero sgradevole e mi sembra una ragione più che sufficiente per non voler più rivedere questo prodotto. Conserverò la confezione, essendo da 100 ml e utile per i viaggi.


Sempre da Acqua e Sapone, alla ricerca di strisce depilatorie a freddo per il viso, ho acquistato quelle di Naturaverde bio, con olio di melograno e olio di camelia, indicate per tutti i tipi di pelle e certificate ICEA. Il primo utilizzo mi ha dato una buona impressione: finalmente una cera delicata, delle salviette post-depilazione prive di paraffina, un packaging accattivante ed un prezzo tutto sommato contenuto. Peccato che, utilizzo dopo utilizzo, mi sono resa conto che su di me sono, purtroppo, poco efficaci. Da brava mediterranea, nella zona dei baffetti ho molti peli e scuri, per cui una volta a settimana devo per forza toglierli, anche perché ho una ricrescita veloce. Dopo più di 10 anni di cerette, naturalmente il pelo si è indebolito e non è più folto come una volta, ma non posso comunque permettermi di trascurare questa operazione. Le strisce depilatorie di Naturaverde non mi piacciono intanto perché, quando separate la striscia nelle due parti che la compongono, la cera è talmente liquida che si spalma sulla striscia stessa e quasi fuoriesce dai bordi. Nonostante sia forse la cera ad oggi più delicata che abbia provato in questa zona, in quanto non mi ha causato né arrossamenti, né bruciature, e non mi ha fatto quasi uscir fuori brufoletti, la trovo poco efficace perché mi rimuove pochi peli. Anzi, la sua scarsa efficacia si vede già quando stendete la striscia sulla pelle: questa cera non ha quasi per nulla aderenza sulla pelle e di conseguenza tira via pochissimi peli, lasciandone la maggior parte lì dove si trova e al contempo comunque stressando la zona a forza di strappi. Uso le strisce depilatorie da anni, non credo di essere una sprovveduta che non sa, ad esempio, che la pelle deve essere pulita ed asciutta prima di usare prodotti di questo tipo, eppure, nonostante tutte le mie accortezze, ogni utilizzo ha confermato quello che vi ho detto. Mi piange il cuore a bocciarle, perché speravo davvero di aver trovato un prodotto biologico che potesse sostituire le classiche strisce depilatorie che ho provato fino ad oggi.


Restando in tema di depilazione, purtroppo devo bocciare un altro prodotto di Naturaverde, stavolta non bio, ossia la cera depilatoria al biossido di titanio. D'estate, a causa della ricrescita lampo, andare dall'estetista significherebbe spendere un patrimonio troppo spesso, per cui preferisco fare da me anche sulle gambe e sulle braccia. Ho quindi acquistato qualche ricarica di cera per il rullo, tra cui questa che vi mostro. A differenza della precedente, questa cera strappa bene i peli ed è abbastanza delicata, ma il motivo per cui non mi piace è che non si stende in modo omogeneo sulla pelle, nonostante la faccia scaldare attentamente. Con altre ricariche questo problema non mi succede, per cui deduco che la colpa non sia del rullo scalda cera, ma di questa ricarica in particolare. Mi sono trovata meglio con quella all'argan, ma vorrei provarla ancora, prima di dirvi cosa ne penso. Non vorrei poi dire una stupidaggine, ma ho avuto la sensazione che mi abbia velocizzato ancor di più la ricrescita rispetto ad altre cere che ho provato: nel dubbio, non la riacquisterò di certo.



Continue reading Preferiti e bocciati del periodo

agosto 10, 2017

,

Recensione - Bio Phytorelax Sebum aloe vera maschera viso purificante

Da quando le temperature sono sensibilmente aumentate, ho incrementato l'uso delle maschere viso durante la settimana. Come sapete, sul viso, spalle e petto soffro ormai da tempo di acne ed in attesa di tornare dal dermatologo dopo l'estate, cerco di tamponare la situazione con una buona skincare routine. Le maschere viso purificanti sono per me un must have che non deve mai mancare, le uso tutto l'anno e sono sempre alla ricerca di quella perfetta. Cosa voglio da un prodotto di questo tipo? Voglio che svolga una buona azione astringente, che mi lasci la pelle liscia e compatta, e soprattutto che mi aiuti a tenere a bada i punti neri. Per quanto riguarda questi ultimi, mi sono ormai resa conto che per la mia situazione ci vuole necessariamente una pulizia del viso, cosa che non faccio da troppo tempo, che coadiuvi tutti i trattamenti che faccio in casa. In attesa che arrivi l'autunno, cerco di arrangiarmi come posso.


La maschera viso purificante di Bio Phytorelax fa parte di una linea dedicata alle pelli miste e impure, della quale sto usando la crema viso e vorrei provare il detergente. È contenuta in un tubo in plastica morbida con tappo apri e chiudi, a sua volta contenuto in una confezione di cartone, con all'interno un foglietto illustrativo che riporta non solo alcune informazioni sulla linea Sebum, ma anche su tutti gli altri prodotti biologici del brand che possiamo trovare. 

La linea Sebum aloe vera é certificata ICEA, dermatologicamente testata, Vegan ok, senza siliconi, parabeni, oli minerali, ogm, coloranti di sintesi. Sia il tubo che la confezione esterna sono riciclabili.Tra gli ingredienti troviamo, al secondo posto, il caolino, che ha proprietà serbo regolatrici e purificanti, poi succo di aloe vera con proprietà lenitive, riparatrici e idratanti, estratto di salice bianco con proprietà purificanti e antiossidanti, e molti altri estratti. 

PAO: 6 mesi
QUANTITÀ: 75 ml
REPERIBILITÀ: Ovs
PREZZO: circa 8 euro


INCI:  Aqua/Water/Eau, Kaolin, Cetyl alcohol, Ethylhexyl stearate, Glycerin, Cetearyl alcohol, Glyceryl stearate, Oryza sativa (Rice) bran oil, Aloe barbadensis leaf juice*, Salix alba (Willow) bark extract, Zinc oxide, Orbignya oleifera seed oil, Sodium lauroyl glutamate, Stearic acid, Melaleuca viridiflora leaf oil, Cananga odorata flower oil, Helianthus annuus (Sunflower) seed oil, Xanthan gum, Phenoxyethanol, Sodium dehydroacetate, Parfum [Fragrance], Ethylhexylglycerin, Tocopherol, Sodium phytate, Limonene, Citronellol, Linalool, Citric acid, Sodium benzoate, Potassium sorbate.
*da agricoltura biologica – organically farmed

La maschera purificante biologica di Phytorelax ha la classica profumazione di argilla tipica di molte maschere di questo tipo e che a me, sinceramente, non dispiace, perché mi ricorda le pulizie del viso professionali o comunque mi aiuta a rilassarmi e a godermi un piccolo momento di relax durante la settimana. Non mi é piaciuta la sua consistenza, in quanto é molto liquida e non si riesce a distribuire in modo omogeneo sul viso. Il metodo migliore per farlo sono le mani, ho provato anche con un pennello che uso per altre maschere, ma con questa non mi aiuta, anzi trattiene tutto il prodotto tra le setole, con evidente spreco. Una volta stesa sul viso, soprattutto sul naso e sulle guance dove ho la maggiore concentrazione di impurità, lascio in posa per una decina di minuti e risciacquo con abbondante acqua. Questa maschera non si secca sul viso, ma rimane liquida come appena applicata, per cui si rimuove con estrema facilità e rapidità. Non brucia, non tira e solo raramente ho avvertito quel pizzicore tipico di molte maschere purificanti e segno della loro azione sul viso. 

Dopo l'uso, sento la pelle fresca e purificata. Non mi aiuta chissà quanto con i punti neri, ma come vi anticipato, credo che per la mia situazione solo una costante e professionale pulizia del viso possa davvero aiutarmi. In ogni caso, svolge una discreta azione astringente sulle altre impurità , perché se la applico la sera, il mattino successivo tutti i brufoli sono secchi o giunti a maturazione. Non mi secca la pelle e non mi ha causato rossori e irritazioni. Complessivamente mi é piaciuta e potrei riacquistarla se non trovassi qualcosa di ancor più efficace. Non la consiglio a pelli molto delicate e sensibili, ma credo possa essere utilizzata da chi soffre di impurità in alcune zone del viso soltanto, magari in abbinato ad altre maschere diverse. Per pelli molto grasse va bene, perché anche se la sua azione purificante non é particolarmente strong, utilizzandola più spesso e con costanza si riesce comunque a tenere la pelle un po' più pulita. 

Continue reading Recensione - Bio Phytorelax Sebum aloe vera maschera viso purificante

agosto 03, 2017

,

Recensione - Equilibra balsamo nutriente con burro di karitè e estratto di foglia di noce

Ero convinta di avervi già parlato del balsamo al karité di Equilibra, ma evidentemente ho dimenticato di farlo: rimediamo subito. Ho acquistato questo prodotto dopo averci pensato un po' su mentre ero da Acqua e Sapone e non perché non mi avesse incuriosita sin dalla sua uscita, ma perché non sapevo che ingredienti contenesse e non volevo, con la fretta, prendere qualcosa di cui poi mi sarei pentita. Alla fine ho ceduto e ne sono contenta, perché pur non trattandosi di un prodotto certificato, mi é piaciuto molto, tanto da voler provare anche le altre due linee presenti in negozio.


Il balsamo al karitè di Equilibra si presenta in un comodo tubo in plastica con tappo apri e chiudi. La versione al karitè ha i toni prevalentemente del marrone e del bianco. Nulla da dire, lo trovo azzeccato rispetto alla formulazione che non è eccessivamente corposa. Credo che per un balsamo, il tubetto sia la migliore soluzione. 

L'azienda indica il prodotto per capelli secchi, in quanto dovrebbe svolgere un'azione districante, nutriente, idratante grazie al burro di karité e illuminante, soprattutto in virtù dell'estratto di foglia di noce. Pur non essendo un prodotto certificato, il balsamo al karitè di Equilibra è privo di siliconi, parabeni, petrolati, peg, alcol, coloranti, allergeni. Vi lascio, come al solito, la lista degli ingredienti in foto.


PAO: 12 mesi
QUANTITA': 200 ml
REPERIBILITA': supermercati, Acqua e Sapone
PREZZO: 3 euro circa

Il balsamo al karité di Equilibra ha una consistenza sufficientemente densa, come piace a me. La profumazione mi ricorda più le nocciole che il karité e mi è subito piaciuta, anche perché è intensa e persiste sui capelli per il primo giorno successivo al lavaggio. Purtroppo è una di quelle profumazioni che con l'arrivo delle alte temperature tende quasi a raddoppiare la sua intensità, infatti il mio olfatto sta iniziando a tollerarla meno. Per fortuna l'ho quasi terminato. E' un prodotto che va applicato in piccole dosi e risciacquato bene, altrimenti, almeno su di me, tende a lasciare le lunghezze appiccicose e appesantite. Personalmente faccio così: ne applico una prima noce sulle lunghezze, massaggiando le punte soprattutto con le dita, poi pettino e se ritengo di poterne aggiungere ancora, lo faccio e ripeto il passaggio. Lascio in posa almeno 5 minuti, ma se posso anche qualcosina in più e poi risciacquo a lungo e abbondantemente, fino a sentire che il prodotto è andato interamente via.

Pur non avendo l'efficacia della maschera all'olio di macadamia di Omia o del balsamo all'aloe di Ekos, il balsamo nutriente al karité di Equilibra mi piace e non è escluso che lo riacquisterò per il periodo freddo. Mi piace perché districa perfettamente i capelli, li lascia abbastanza morbidi e disciplinati, senza appesantirli (tanto che io applico sempre l'olio di argan prima di asciugarli, senza aver mai avuto problemi di untuosità). Complessivamente è uno di quei balsami che a rotazione utilizzerei periodicamente, anche perché l'ho usato sia con shampoo più lavanti, che con shampoo più delicati e mi ha sempre soddisfatta. Ripeto, non mi dà un effetto wow! che me lo renda indispensabile, ma la mia opinione è positiva ed effettivamente i capelli sono anche più lucenti. 



Continue reading Recensione - Equilibra balsamo nutriente con burro di karitè e estratto di foglia di noce

luglio 30, 2017

Prodotti finiti [Luglio 2017]

Anche Luglio è quasi terminato, che ansia! Questa per me è un'estate anomala, non credo riuscirò ad andare al mare e il tempo scorre in modo tristemente più rapido del solito. Tra poco di nuovo esami e solita vita, mamma mia. Anche nello smaltimento prodotti vado a rilento, questo mese più degli altri, infatti, a parte qualche prodotto di quotidiano consumo, non vedrete altro. Agosto dovrebbe essere più soddisfacente, perché ho alcune cose in dirittura d'arrivo. Vedremo. 

Viso



Garnier Skin Active gel detergente con carbone vegetale: ne ho parlato di recente, per cui non mi dilungo. Mi è piaciuto molto come detergente da usare prevalentemente la sera, in quando ha una buona azione astringente che preferisco dedicare a quel momento della giornata. Azione anti - punti neri? Assolutamente no, così come non mi ha "aiutata" a tenere a bada le imperfezioni, ma ha sicuramente contribuito, insieme ad altro, a farle seccare quanto prima. Io ho un'acne ormonale che non può scomparire di certo con un prodotto di questo tipo, ma forse per chi ha brufoli sporadici potrebbe essere più indicato. In ogni caso l'ho già riacquistato una seconda volta e credo ci sarà almeno una terza, perché lo trovo ottimo per questo periodo dell'anno, avendo una formulazione in gel e lasciando la pelle fresca e ben detersa. 

Corpo


Stanhome deo cream: questo deodorante roll-on è stato un regalo di mia nonna, anzi una seconda chance prima di cestinarlo, perché lei non si trovava bene in quanto le bruciava. A me non ha dato questi problemi, devo dire di essermi trovata abbastanza bene. Non è un deodorante resistente al forte sudore o alle giornate di caldo afoso, ma per giornate tranquille è indicato. Non lo acquisterò, sia perché non amo i deodoranti roll-on, sia perché non abbandonerò mai il mio amato Dove Original *.*


Naturaverde bio ricarica di cera roll-on: avendo una ricrescita molto, troppo rapida, fare la ceretta dall'estetista in estate significherebbe spendere, onestamente, troppo e troppo spesso, per cui in questi 2-3 mesi cerco di arrangiarmi da sola. Avendo il rullo per la ceretta roll-on a casa, mi basta acquistare le ricariche e poi avere tanta pazienza. Ho acquistato questa ricarica naturale da Acqua e Sapone e devo dire che non mi è dispiaciuta, per cui molto probabilmente la riacquisterò. La cera è di color giallo chiaro e l'ho trovata delicata, non mi ha causato la fuoriuscita di brufoli (con altre cere mi succede ogni tanto) né altri fastidi. Personalmente una ricarica di questa mi permette di fare solo una cera a gambe e cosce. 

Capelli


Omia laboratoires balsamo capelli con olio di semi di lino: è stata una delle ultime delusioni, ve ne ho parlato. Ho aspettato l'uscita di questi balsami per capelli, per poi rendermi conto che questo nello specifico non fa praticamente nulla sui miei capelli. Non mi dà lo stesso risultato che ho ottenuto con le maschere, anzi, non mi dà proprio nessun risultato apprezzabile. Metterlo o meno era fondamentalmente la stessa cosa. L'ho terminato a forza, facendo impacchi e abbondando con le dosi, ma sicuramente non lo ricomprerò e non credo proverò le altre versioni, al massimo quella alla macadamia giusto per curiosità. 

Altro


Benetton profumo "rosso": questo era il nome di uno dei profumi da me preferiti durante l'inverno. Dalle note avvolgenti della rosa, l'ho davvero amato perché duraturo e molto femminile. Dovessi ritrovarlo al mercato, dove l'ho acquistato, lo riprenderò sicuramente. L'ho portato anche in viaggio con me, avendo un formato che si adatta perfettamente allo scopo. 

Getto via, perché ormai vecchissimo e rotto, questo pennello per fondotinta di Wjcon, di cui onestamente non ricordo nemmeno il numero, ma ricordo che aveva il manico bianco. Manico che si è rotto praticamente dopo un paio di utilizzi. Fino all'altro giorno ho continuato ad utilizzarlo perché mi trovavo bene per stendere correttore e fondotinta liquidi, ma poi ho deciso che era arrivato il momento di cambiarlo. Ho comprato, in cambio, un pennello simile di Kiko, che vi mostrerò presto. Il difetto di questo pennello, tra l'altro, erano le setole così fitte che non si riusciva mai a lavare via tutto il prodotto residuo, in quanto una parte si depositava alla base delle setole ed era impossibile rimuoverla. 


My mask Original dermo purificante: maschera acquistata da Acqua e Sapone. Onestamente non so bene cosa dirvi, perché avrei bisogno di provarla almeno un'altra volta per potervi dire realmente se mi è piaciuta oppure no. Posso dirvi che è cremosa, ma si stende bene, non mi ha seccato la pelle, ma un minimo di effetto purificante l'ho visto, ragion per cui vorrei riacquistarla e testarla meglio. Diciamo che dopo il primo utilizzo mi ha incuriosita tanto da voler proseguire la nostra conoscenza. 

L'Erbolario Acqua di More profumo: mi è piaciuta così tanto questa profumazione, che mi ha fatto venir voglia di acquistare la full size. Il profumo di more è delicato, ma si avverte chiaramente e dura anche abbastanza sulla mia pelle. Sarebbe adatto per questa stagione e volendo anche per l'autunno, anche se secondo me è perfetto in Primavera. 

Shaka salviette al thiaré: per il prezzo che hanno, solo 99 centesimi, le ho trovate buone. Sono pratiche da portare in giro, ben imbevute e con una profumazione che sa di estate. Il profumo resta abbastanza sulle mani, è piacevole. Ne ho una confezione al cocco, ma credo di riacquistarle per riempire le varie borse che uso quotidianamente, in quanto le salviette sono un prodotto per me irrinunciabile quando sono fuori casa. 






Continue reading Prodotti finiti [Luglio 2017]

luglio 27, 2017

,

Recensione - Vitalcare Natural bio shampoo e balsamo fortificante

Quando a Maggio ha finalmente aperto Acqua e Sapone a Catania, tra i primi prodotti che ho acquistato c'era questa combo di shampoo e balsamo di Vitalcare, della linea biologica certificata ICEA. E' stato un acquisto consapevole, perché del balsamo avevo sentito parlare malissimo, mentre dello shampoo benissimo. Oggi vi racconto la mia personale esperienza, ma prima ci tengo a ricordare a chi legge che io ho una cute grassa e lunghezze secche, e in genere mi serve uno shampoo lavante e purificante, da abbinare a qualcosa di più delicato. Per le lunghezze ho bisogno di prodotti idratanti, dato che ho capelli crespi e bisognosi di essere disciplinati, più che districati.


Lo shampoo e il balsamo Vitalcare Natural bio hanno confezioni cilindriche in plastica rigida, con tappo apri e chiudi che può anche essere svitato all'occorrenza. Se per lo shampoo nulla quaestio, per il balsamo questa tipologia di packaging non va: il prodotto non è eccessivamente denso, però fatica comunque a fuoriuscire dal foro erogatore e non oso immaginare quanto ci vorrà quando raggiungerò il fondo.Un classico tubo in plastica morbida sarebbe stato di certo più adeguato. 

Come vi accennavo, entrambi i prodotti sono certificati ICEA ed hanno all'interno estratti di avena e camomilla. Non hanno ingredienti aggressivi, siliconici e sono consigliati per capelli più forti, più luminosi, più morbidi ed idratati.

Ingredienti shampoo dal sito Saicosatispalmi

Immagine AQUA (solvente)
Immagine SODIUM COCO-SULFATE (tensioattivo)
Immagine COCO-GLUCOSIDE (tensioattivo)
Immagine SODIUM CHLORIDE (viscosizzante)
Immagine HYDROLYZED WHEAT PROTEIN (antistatico)
Immagine GLYCERYL OLEATE (emolliente / emulsionante)
Immagine SODIUM COCOYL HYDROLYZED WHEAT PROTEIN (tensioattivo)
Immagine GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
Immagine CHAMOMILLA RECUTITA (MATRICARIA) FLOWER EXTRACT* (emolliente)
Immagine AVENA SATIVA (OAT) BRAN EXTRACT* (abrasivo)
Immagine PHENOXYETHANOL (conservante)
Immagine ETHYLHEXYLGLYCERIN (Conservante, battericida)
Immagine CITRIC ACID (agente tampone / sequestrante)
Immagine PARFUM (FRAGRANCE)

Ingredienti balsamo dal sito Saicosatispalmi

Immagine AQUA (solvente)
Immagine CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni / opacizzante / viscosizzante)
Immagine DISTEAROYLETHYL HYDROXYETHYLMONIUM METHOSULFATE (antistatico / condizionante capelli)
Immagine LAURYL GLUCOSIDE (Tensioattivo nonionico dolce)
Immagine ISOPROPYL MYRISTATE (legante / emolliente / solvente)
Immagine PCA GLYCERYL OLEATE (emolliente)
Immagine DICAPRYLYL ETHER (additivo)
Immagine LAURYL ALCOHOL (emolliente / stabilizzante emulsioni / viscosizzante)
Immagine SODIUM CITRATE (agente tampone / sequestrante)
Immagine HYDROLYZED WHEAT PROTEIN (antistatico)
Immagine PANTHENOL (antistatico)
Immagine GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
Immagine CHAMOMILLA RECUTITA FLOWER EXTRACT* (emolliente)
Immagine AVENA SATIVA BRAN EXTRACT* (abrasivo)
Immagine PHENOXYETHANOL (conservante)
Immagine ETHYLHEXYLGLYCERIN (conservante, battericida)
Immagine PARFUM

PAO: 12 mesi
QUANTITA': 250 ml
REPERIBILITA': li ho visti solo da Acqua e Sapone, nei supermercati classici come Ipercoop, Crai o Conad non li ho trovati. 
PREZZO: 3,40 euro ciascuno


Partiamo dallo shampoo. E' un gel trasparente la cui profumazione ricorda molto i prodotti Omia laboratoires e a me sa semplicemente di...sapone! Nonostante non mi faccia impazzire, il profumo è totalmente ripagato dall'efficacia che questo shampoo ha sui miei capelli. E' un prodotto estremamente lavante, che con un solo lavaggio riesce a rimuovere perfettamente anche gli impacchi untuosi a base di olio e mille balsami che faccio spesso. Non solo, ma tutto questo non ha ripercussioni sulla mia cute in termini di desquamazione e pruriti, perché si è dimostrato sempre delicato anche se usato per più shampoo consecutivi. Quanto a potere lavante, supera lo shampoo delicato di Vivi Verde Coop, che come sapete, fino ad oggi è stato il mio shampoo "sgrassante" preferito. Questo di Vitalcare ha il vantaggio di annodare meno le lunghezze, ma io in ogni caso applico sempre il balsamo e quindi ci faccio meno caso. I capelli, dopo il lavaggio, sono perfettamente puliti e abbastanza leggeri, forse anche più luminosi, ma di certo non più idratati ne fortificati. Mi durano puliti per 3 giorni e a volte arrivo anche a 4 che sono semi sporchi, se non ho sudato e non ha fatto particolarmente caldo. Sicuramente lo riacquisterò e ve lo consiglio, perché è un prodotto davvero ottimo e confermo tutto ciò che di positivo ho sentito dire in merito.


Per quanto riguarda invece il balsamo, onestamente non mi sento di condannarlo in toto come ho letto in altre recensioni, nonostante ritenga che ci sia decisamente di meglio e quindi non lo riacquisterò. Di balsami inutili e vuoti ne ho provati diversi, a cominciare dal famoso balsamo concentrato attivo di Biofficina Toscana. Questo di Vitalcare, come vi accennavo, ha una consistenza corposa, ma non eccessivamente tale. In effetti ha una formulazione alquanto triste e priva di componenti che possano davvero idratare il capello e lasciarlo morbido e disciplinato: tutto questo non lo fa, è vero. Allo stesso tempo però, a me districa perfettamente e non posso dire il contrario. Che ne vada usato a quintali per avere un minimo effetto non è vero per quanto mi riguarda, ma credo sia la formulazione che porta ad erogarne in quantità, un po' come con i prodotti molto liquidi che sembrano non "attaccarsi" mai ai capelli. Come vi dicevo, non lo riacquisterò perché ho provato di meglio, ma almeno mi sono tolta la curiosità di provarlo in prima persona. 


Continue reading Recensione - Vitalcare Natural bio shampoo e balsamo fortificante