settembre 21, 2017

,

Recensione - Equilibra maschera nutriente al karité

Buongiorno a tutti!
Altro prodotto usato in estate, altra recensione. Dopo aver utilizzato il balsamo al karité di Equilibra, vi avevo anticipato di aver acquistato la maschera della stessa linea e di volerla utilizzare nel corso dei mesi estivi. Non l'ho ancora terminata, ma ho le idee abbastanza chiare e sono pronta a parlarvene.


La maschera al karité di Equilibra è contenuta in un barattolo cilindrico in plastica, con tappo a vite e tappo salva - freschezza, che apprezzo sempre in prodotti di questa tipologia. Preferisco sinceramente i classici tubi, sicuramente più pratici da utilizzare in doccia. 

Contenendo burro di karité, questa maschera è indicata soprattutto per capelli secchi, che intende nutrire con dolcezza, proteggendo il fusto e il cuoio capelluto. I condizionanti di origine vegetale presenti in formula, districano delicatamente i capelli senza seccarli, lasciandoli morbidi e luminosi. L'azienda consiglia di lasciare agire il prodotto sui capelli bagnati per circa 5 minuti, poi risciacquare abbondantemente. Non si tratta di un prodotto certificato. 

PAO: 6 mesi
QUANTITA': 200 ml
REPERIBILITA': Ovs, supermercati, Acqua e Sapone
PREZZO: circa 4 euro

Ingredienti


La consistenza di questa maschera è corposa, ma non eccessivamente tale come altri burri/maschere che ho provato in passato. Anche la profumazione è classica e non presenta nulla di nuovo: il burro di karité è l'unica componente che si avverte, quasi con prepotenza e che io amo fino ad un certo punto per il periodo estivo, perché con il caldo tende ad amplificarsi e a nausearmi un po'. 


Come ogni altra maschera o balsamo che acquisto, anche di questo prodotto io faccio un doppio utilizzo: come classico balsamo durante lo shampoo e come impacco pre-shampoo, il più delle volte arricchito con oli. Come balsamo, lo applico dopo lo shampoo e lo lascio agire per circa 5-10 minuti al massimo, risciacquando con attenzione ed aiutandomi con un pettine per distribuirlo bene. Ne va applicato pochissimo, perché altrimenti fatica a rimuoversi e lascia i capelli unti e sporchi. Mi è capitato, andando di fretta, di esagerare con le dosi e ritrovarmi poi a dover rilavare i capelli, per cui fate attenzione! Come maschera, lo tengo in posa almeno mezza giornata e quando posso, anche di più, spesso con l'olio di argan che sto usando prima dell'asciugatura dei capelli. 

Posso dirvi di aver preferito il balsamo della stessa linea, sia perché non mi ha dato l'inconveniente che vi descrivevo prima, sia perché a conti fatti mi ha dato maggiore soddisfazione. La maschera lascia i capelli morbidi e districati, ma non abbastanza per quanto mi riguarda: qualche nodo lo trovo sempre e a volte i capelli non sono poi così disciplinati come dovrebbero, soprattutto nelle giornate in cui vi è maggiore umidità nell'aria. Non so ancora dirvi se lo riacquisterò, penso di continuare ad utilizzarlo solo come impacco pre-shampoo, data la sua corposità e di decidere al termine dell'utilizzo. 

Continue reading Recensione - Equilibra maschera nutriente al karité

settembre 17, 2017

,

Recensione - Omia laboratoires Deo vapo neutro delicato tea tree oil

Buongiorno ^_^
Il prodotto di cui vi parlo oggi, spero in tempi brevi, è una recente novità in casa Omia laboratoires. Il brand, infatti, quest'estate ha sfornato dei deodoranti biologici e certificati in tre diverse profumazioni (tea tree, aloe, argan) e in tre diversi formati (spray, roll-on, vapo). Io ho acquistato il deo vapo neutro delicato al tea tree oil, perché mi ha incuriosita l'inserimento di questo ingrediente in un prodotto indirizzato alle ascelle, dato che non avevo mai provato nulla di simile.


Il packaging del deo vapo è estremamente essenziale: flacone in plastica rigida bianco di forma cilindrica, con tappo che si avvita con dosatore spray ed ulteriore tappo di chiusura, tutto in plastica trasparente. Sicuramente lo riutilizzerò per travasare altri prodotti, in quanto il dosatore vaporizza il prodotto perfettamente, almeno fino al momento in cui vi sto scrivendo ;P

Il deo vapo al tea tree oil è indicato per ascelle delicate, sensibili e reattive, svolgendo una funzione rinfrescante e anti - odore. Non macchia i tessuti, ha un'efficacia testata di 24 ore ed è formulato con ingredienti di origine naturale e bio certificati. Non contiene sali di alluminio, ma contiene derivati del mais e della canna da zucchero. Il flacone va agitato prima dell'uso e l'erogatore va tenuto ad una distanza di circa 15 cm dalla pelle. Bisogna poi attendere fino a completa asciugatura, prima di vestirsi. E' un prodotto testato a nichel, cobalto e cromo. Certificato ICEA e non testato su animali. 

PAO: 6 mesi
QUANTITA': 75 ml
REPERIBILITA': Ovs, supermercati
PREZZO: circa 5 euro

Ingredienti

Il deo vapo al tea tree oil di Omia laboratoires ha una profumazione tipica di tea tree oil che però, almeno per quel che mi riguarda, è delicata e rimane per qualche minuto sulla pelle, senza risultare eccessiva. Non si avvertono altre fragranze. Il prodotto in sè è una sorta di cremina molto fluida, che, agitando la confezione, viene erogata sotto forma liquida, senza formare grumi, né aloni biancastri sulla pelle, naturalmente se si rispettano le modalità d'uso consigliate dall'azienda, compresa la distanza di applicazione. Purtroppo, al momento, questo prodotto per me è totalmente bocciato: come tutti i deodoranti biologici che ho provato ad oggi, anche questo non ha sulla mia pelle una tenuta ed un'efficacia ottimali. Tenendo conto che l'ho usato sul finire dell'estate e quindi che non ha dovuto fronteggiare le temperature elevate e la sudorazione copiosa di uno-due mesi fa, mi sarei aspettata di più. Non riesco a fare una stima precisa delle ore in cui mi protegge, ma ad occhio e croce non supera la mezza giornata, tant'è che sono costretta ad utilizzarlo quando sono in casa o quando devo stare fuori per poche ore. In realtà, nelle giornate in cui ho sudato di più, dopo una o due ore puzzavo :O Mentre vi sto scrivendo, ad esempio, lo indosso da stamattina (è tardo pomeriggio) e ho dovuto lavarmi e riapplicarlo già due volte perché avvertivo un leggerissimo cattivo odore, nonostante oggi sia stata praticamente tutto il giorno alla scrivania. Non concordo dunque sull'azione anti-odore e non posso concordare nemmeno sulla funzione rinfrescante, che onestamente non ho notato sulla mia pelle. 

Mi trovo costretta a dirvi che non riacquisterò questo prodotto, perché è l'ennesimo deodorante biologico o con buon inci che provo e che mi delude su tutta la linea. Non so se sia un problema del mio tipo di sudorazione, ma ad oggi, se voglio essere sicura di non puzzare all'improvviso, devo ancora affidarmi a deodoranti classici da supermercato. Come capirete, non è una cosa su cui si può soprassedere. Se conoscete un deodorante biologico affidabile, vi prego di consigliarmelo!

Continue reading Recensione - Omia laboratoires Deo vapo neutro delicato tea tree oil

settembre 13, 2017

,

Una piacevole scoperta - Danatura olio corpo goji /melograno

Buongiorno ^_^
Oggi vi parlo di un prodotto che ho scoperto durante l'estate  e che mi sento di consigliarvi per l'ottimo rapporto qualità-prezzo e per la (spero sempre più) semplice reperibilità, dato che il brand Danatura si trova da Ovs, nota catena parecchio diffusa in tutta Italia. Ho scoperto Danatura per caso, durante un pomeriggio in cui cercavo tutt'altro e in cui mi sono trovata davanti uno stand ricco di bagnoschiuma, creme corpo, oli. Proprio su questi ultimi è ricaduta la mia attenzione, perché stavo terminando l'olio per il corpo di Naturabella e necessitavo di sostituirlo. La linea di oli Danatura ne comprende diversi, tutti con differenti funzioni: goji, melograno, avena, agrumi, mosqueta, mandorla, argan (e non ricordo quali altri). Dovendo scegliere, ho preferito acquistare intanto quelli meno comuni o che non mi è mai capitato di utilizzare in passato: goji e melograno.


Gli oli Danatura hanno un flacone abbastanza piccolo in vetro trasparente, con tappo in plastica che si avvita ed un erogatore dal foro largo. Le confezioni in vetro mi piacciono tanto, anche se per la doccia non sono particolarmente comode, ma quello che vorrei cambiasse in questo packaging è sicuramente il tappo: sin da quando ho effettuato l'acquisto, mi sono resa conto che non si avvitava perfettamente, col rischio di riversare tutto il prodotto all'interno. Ho provato a stringerlo, ma credo sia proprio un difetto di fabbricazione, per cui tenete sempre l'olio in posizione eretta se non volete ritrovarvelo dappertutto. 


I prodotti Danatura sono realizzati in Italia ed hanno formulazioni naturali. Gli oli sono privi di peg, parabeni, siliconi e oli minerali. L'olio al goji ha una funzione rivitalizzante e antiossidante, aiutando a prevenire l'invecchiamento cutaneo e rendendo la pelle più elastica. L'olio al melograno invece ha una funzione rigenerante. Sono entrambi dermatologicamente testati e nickel tested, non testati su animali. 

PAO: 12 mesi
QUANTITA': 100 ml
REPERIBILITA': Ovs 
PREZZO: 4,50 euro

Ingredienti dell'olio al goji

Prunus amigdalus dulcis oil, Oryza sativa bran oil, Dicaprylyl ether, Parfum, Lycium barbarum seed oil, Helianthus annuus seed oil, Lecithin, Tocopherol, Ascorbyl palmitate, Citric acid. 

Ingredienti dell'olio al melograno 

Prunus amigdalus dulcis oil, Oryza sativa bran oil, Dicaprylyl ether, Parfum, Punica granatum seed oil, Helianthus annuus seed oil, Lecithin, Tocopherol, Ascorbyl palmitate, Citric acid. 


Come vi anticipavo, sono rimasta piacevolmente sorpresa da questi prodotti, soprattutto perché mi hanno ulteriormente avvicinata al mondo degli oli corpo, che per tutta la vita ho snobbato alla grande, preferendo le classiche creme. Avendo una pelle secca in molte zone del corpo, che in inverno con le basse temperature arriva pure a squamarsi, non posso fare a meno di nutrirla e idratarla costantemente. Ci sono dei periodi in cui nemmeno la crema più corposa e ricca riesce ad assicurarmi ciò di cui ho bisogno, ma un buon olio corpo naturale e privo di paraffina sicuramente sì. Gli oli al melograno e al goji di Danatura hanno una profumazione, entrambi, delicata e floreale-fruttata che mi piace moltissimo, anche perché persiste sulla pelle per diverse ore senza essere però eccessiva. Ne bastano pochissime gocce per nutrire la pelle, lasciandola morbida e all'inizio un pochino unta, fino al completo assorbimento. Personalmente applico gli oli la sera, a pelle umida, prima di indossare il pigiama, perché non riuscirei ad applicarli prima di uscire sui vestiti puliti, in quanto ho sempre paura di macchiarmi.

A dirvi la verità, ho usato entrambi gli oli anche sui capelli, durante i miei impacchi settimanali, mescolandoli ad un balsamo o ad una maschera e all'olio di argan che uso invece prima dell'asciugatura. Il risultato mi è piaciuto molto ed ho notato che, durante l'estate, nonostante l'uso della piastra e gli shampoo più frequenti, le mie lunghezze ne hanno risentito meno del solito. C'è da dire che non sono stata al mare e quindi non ho subito lo stress della salsedine e del sole, ma ogni volta che ho utilizzato questi prodotti, avvertivo le mie lunghezze meno secche, più "corpose".

Inutile dirvi che proverò anche le altre versioni presenti in negozio, soprattutto durante la stagione fredda che si sta avvicinando e vi terrò aggiornati. Mi incuriosiscono soprattutto gli oli avena e mosqueta, della cui linea ho acquistato di recente le creme corpo. 


Continue reading Una piacevole scoperta - Danatura olio corpo goji /melograno

settembre 10, 2017

, ,

Recensione - Catrice All matt plus fondotinta in 010 Light beige

Ne sono passati di anni, prima che mi decidessi ad acquistare uno dei fondotinta low cost più chiacchierati ed apprezzati sin dalla sua uscita. A mia discolpa posso dire di aver frequentato raramente l'unico stand Catrice di Catania e dintorni e di dimenticarmi ogni volta di portare a casa con me l'All matt plus. Come potete vedere ho rimediato ed oggi sono pronta a raccontarvi la mia esperienza con questo prodotto.


Nonostante il packaging in vetro non sia, in generale, l'emblema della praticità, lo preferisco spesso ai classici tubi in plastica, sia perché posso esporlo sulla mensola come fosse un profumo, sia perché mi dà un'idea di eleganza e professionalità che altre confezioni difficilmente mi trasmettono. Se a tutto questo aggiungiamo un pratico erogatore a pompetta, funzionante praticamente fino alla fine, il mio cuore è già per un pezzo conquistato.


PAO: 12 mesi
QUANTITA': 30 ml
REPERIBILITA': a Catania l'ho visto solo da Coin
PREZZO: 7-8 euro

Ingredienti

 AQUA (WATER), CYCLOPENTASILOXANE, CYCLOHEXASILOXANE, GLYCERIN, PEG/PPG-18/18 DIMETHICONE, TITANIUM DIOXIDE, ZINC OXIDE, SODIUM CHLORIDE,TRIETHYLHEXANOIN,STEAROYL INULIN, DIMETHICONE CROSSPOLYMER, METHYL METHACRYLATE CROSSPOLYMER, POLYSORBATE 80, ACRYLATES/C 12-22 ALKYL METHACRYLATE COPOLYMER, HYDRATED SILICA, DIMETHICONE/METHICONE COPOLYMER, PEG-10 DIMETHICONE, ETHYLHEXYLGLYCERIN, PEG-8, ALUMINUM HYDROXIDE, TRIMETHOXYCAPRYLYLSILANE, HYDROGEN DIMETHICONE, TOCOPHEROL, PROPYLENE GLYCOL, ASCORBYL PALMITATE, ASCORBIC ACID, CITRIC ACID, PHENOXYETHANOL, PARFUM (FRAGRANCE), BENZYL SALICYLATE, BUTYLPHENYL METHYLPROPIONAL, HYDROXYISOHEXYL 3-CYCLOHEXENE CARBOXALDEHYDE, ALPHA-ISOMETHYL IONONE, HEXYL CINNAMAL, IRON OXIDES, TITANIUM DIOXIDE.

Di fondotinta, negli anni, ne ho provati parecchi e questo è sicuramente uno dei migliori per me, anche se non è ancora il prodotto che soddisfa pienamente tutte le mie esigenze. Mi piace la consistenza liquida e al contempo soffice e densa il giusto, mi piace la profumazione priva di alcool e leggermente "floreale", gradevole all'olfatto, ma evanescente sulla pelle. E' un prodotto che si stende con facilità, sia con le mani, sia con una spugnetta o un pennello. Il metodo che io preferisco è un pennello a sezione piatta e setole fitte, apposito per fondotinta liquidi, perché mi permette di applicare il prodotto rapidamente, ma di lavorarlo bene e di non lasciare anti estetiche striature sul viso, inoltre non si asciuga nell'immediato. Di solito applico una piccola dose di prodotto su tutto il viso e poi ne riapplico una puntina, come fosse un correttore, nelle zone dove voglio una coprenza maggiore. 


L'All matt plus di Catrice ha una coprenza media ed è stratificabile sino a raggiungere una coprenza medio - alta. Non è di certo uno dei fondotinta più coprenti che abbia usato, perché se penso allo stucco sul viso, non posso che citare il famosissimo Revlon Colorstay, di cui però il Coverall di Wet n wild sembra un degno erede. In passato utilizzavo più spesso fondotinta estremamente coprenti, perché volevo nascondere ogni segno e macchia sul mio viso, mentre negli anni ho preferito rinunciare ad un po' di coprenza pur di non avvertire sempre la sensazione di un pastone sulla pelle. L'All matt plus è leggero sulla pelle, ma non impercettibile: diciamo che è più leggero di altri fondotinta. Ricordo che le prime volte che l'ho usato, mi sono davvero stupita di come avvertissi il viso quasi nudo, o comunque con meno prodotto di quello che in realtà avevo utilizzato.  Questa sensazione non è rimasta tale nei mesi di utilizzo successivi, ma di certo oggi posso confermare che se altri fondotinta in passato mi hanno dato questa sensazione di pelle meno truccata, erano sicuramente prodotti meno coprenti o addirittura delle Bb cream. 


L'All matt plus è un fondotinta longlasting, anche se non l'ho mai usato per più di 8 ore consecutive, perché durante le lunghe giornate universitarie in cui stavo fuori anche 12 ore e la mia pelle era sottoposta a continuo smog, non l'avevo ancora acquistato. In ogni caso, la sera lo strucco praticamente tutto e questo significa che rimane davvero al suo posto. Un altro punto importante da discutere è se sia davvero opacizzante: beh, credo che sia estremamente soggettivo. Posso dirvi che ad oggi non ho ancora trovato un fondotinta opacizzante che, dopo un po', non mi faccia lucidare, quello che cambia è quanto mi fa lucidare e dopo quanto tempo dall'applicazione (considerando anche che la cipria svolge un ruolo fondamentale nel mantenere il viso asciutto). Mi è capitato di utilizzare il fondotinta senza la cipria e posso dirvi che dopo un paio d'ore la mia zona T si lucidava e in estate, nelle giornate più calde, il mio naso trasudava unto come se non ci fosse un domani. Rispetto ad altri fondotinta che ho provato, però, regge di più, questo devo dirlo, ma dipende da così tante cose, come anche il clima, il periodo del mese in cui mi trovo, che è difficile tirare delle somme assolute. 



Nota dolente, che mi ritrovo a dire ogni volta che parliamo di fondotinta, è la colorazione. Non ricordo onestamente se la 010 Light Beige sia la più chiara in commercio, ma per me è scura, almeno di un tono. Ogni volta sul viso si crea uno stacco che devo andare poi a sistemare puntualmente con una cipria. Devo anche dire, però, che di tutti i fondotinta che ho provato negli anni e sempre nelle colorazioni più chiare, questa è una di quelle che mi crea meno stacco rispetto ad altre. Altra nota dolente: macchia, macchia qualunque cosa vi si appoggi, vestiti, occhiali, tutto. Perciò, fate attenzione. Non evidenzia particolarmente le zone secche del viso, anche se io non ne soffro molto e quindi non posso dire davvero se sia adatto a pelli non grasse-miste. Non mi ha causato sfoghi o irritazioni, anche se usato continuativamente tutti i giorni. 


Tirando un po' le somme, se dovessi passare nuovamente da Coin, riacquisterei l'All matt plus di Catrice almeno un'altra volta, fermo restando che continuerò a cercare un prodotto ancor più soddisfacente, soprattutto dal punto di vista della funzione opacizzante. Onestamente lo consiglierei a pelli normali o miste che non si lucidano molto, perché per pelli molto grasse ho paura che la sua formulazione non sia abbastanza asciutta. 

Continue reading Recensione - Catrice All matt plus fondotinta in 010 Light beige

settembre 04, 2017

,

Recensione - Garnier Pure Active detergente - scrub - maschera anti - punti neri

Quest'estate è stata senza dubbio quella, tra le ultime, in cui ho curato di più la pelle del mio viso per quanto riguarda i trattamenti settimanali e mensili, in particolar modo le maschere. Vi ho già parlato in toni poco entusiasti della maschera all'argilla della linea bio di Phytorelax, mentre oggi è la volta della maschera al carbone vegetale di Garnier, che fa parte della stessa linea del detergente per il viso che mi è molto piaciuto. Anche di questa maschera vi parlerò bene, ma procediamo con ordine. 


Il packaging, un tubo in plastica morbida di color nero, richiama il colore della maschera ed ha un comodo erogatore con tappo apri e chiudi. Essendo il prodotto denso, ma non eccessivamente, non si fa fatica ad erogarlo, inoltre la confezione può tranquillamente essere recisa per prelevare fino all'ultima goccia ciò che si trova all'interno. 

Garnier ha pensato la linea Pure Active per le pelli impure, grasse, a tendenza acneica e anche questa maschera è finalizzata a questi obiettivi: può essere utilizzata come un semplice detergente, come scrub perché ha dei microgranuli quasi impercettibili, e come maschera purificante. Contenendo estratti di carbone vegetale, acido salicilico e mirtillo, dovrebbe svolgere un'azione purificante, astringente rispetto ai brufoli e ai punti neri e dovrebbe aiutare a combattere la lucidità tipica delle pelli grasse. Naturalmente non si tratta di un prodotto certificato, ma è privo di parabeni. 

PAO: 12 mesi
QUANTITA': 150 ml
REPERIBILITA': supermercati, Acqua e Sapone
PREZZO: circa 3-4 euro

Ingredienti


Il detergente - scrub - maschera di Garnier ha una consistenza, come vi anticipavo, pastosa, ma al contempo non lo è eccessivamente, tanto che si stende con estrema facilità. Tra l'altro, ne basta una minima quantità per coprire tutto il viso e questo permette di centellinare il prodotto nel corso delle settimane. Si presta bene ad essere applicato con un pennello, oltre che con le mani, e devo dire di aver di gran lunga preferito la prima soluzione quando l'ho usato come maschera. La profumazione è fresca e leggermente mentolata, il colore grigio - nero richiama sicuramente il carbone vegetale che troviamo a circa metà dell'inci. 

Naturalmente le aziende esagerano sempre nella descrizione dei prodotti per invogliarci all'acquisto, ma obiettivamente vi dico subito che non credo alle maschere che promettono miracoli. Un viso pulito e curato è frutto di costanza e di molteplici tasselli tra cui, per quanto mi riguarda, le maschere purificanti rivestono un posto importante. Ho usato il prodotto Garnier solo come maschera, perché dopo averlo provato come detergente e come scrub, ho intuito che sarebbe stato sprecato sia nell'uno che nell'altro caso. Come detergente non mi ha fatto impazzire per la sua consistenza pastosa, preferisco di gran lunga il gel della stessa linea di cui vi ho già parlato. Come scrub lo ritengo inutile, perché i microgranuli sono talmente sottili da poter fare, a limite, un leggero peeling, che sulla mia pelle non dà chissà quale risultato. 


L'ho usato quindi come maschera, dapprima una volta a settimana, poi, da un mese a questa parte, due - tre volte a settimana, alternandolo con altri prodotti. Lo stendo sia con le mani, che con un pennello a lingua di gatto, metodo che preferisco. Aspetto 15-20 minuti, inumidisco con dell'acqua o un po' di tonico e poi rimuovo con dischetti di cotone o una spugna. Non è una maschera che si secca sul viso e quindi non tira la pelle, ma per rimuoverla richiede qualche minuto, essendo densa ed "aggrappandosi" bene alla pelle. Nell'immediato, la pelle non è arrossata se non sulla zona T, ma questo effetto lo vedo con quasi tutte le maschere che, a giro, mi capita di utilizzare. La zona dei pori dilatati è visivamente più purificata, la grana della pelle più sottile, la pelle stessa più morbida e luminosa. Non c'è una riduzione consistente dei punti neri, ma come vi dicevo altre volte, nel mio caso solo una spremitura professionale potrebbe aiutarmi. L'indomani noto sempre che le imperfezioni sono più asciutte e questa è forse la caratteristica che mi piace di più di questo prodotto.

Riassumendo e concludendo, questo prodotto Garnier mi è piaciuto abbastanza. Non so se lo riacquisterò, ma sicuramente lo terrò in considerazione nel caso in cui non trovassi di meglio, perché del meglio sono sempre alla ricerca. Lo consiglio a pelli impure, lucide, con imperfezioni, perché potrebbero trarne giovamento, ma consiglio vivamente di utilizzarlo con costanza, almeno 1 volta a settimana o più di 1 se la vostra pelle lo tollera. Avete provato qualche prodotto di questa linea? O una buona maschera purificante da consigliarmi?  



Continue reading Recensione - Garnier Pure Active detergente - scrub - maschera anti - punti neri

agosto 31, 2017

Prodotti finiti [Agosto 2017]

Non posso credere che anche Agosto sia volato via e con esso l'estate. Beh, in realtà in Sicilia fino a Novembre è possibile godere del mare e delle belle giornate, ma con la ripresa di tutte le attività scolastiche e non, davvero possiamo dire che la "bella stagione" è ormai sul finire. Come ogni fine del mese che si rispetti, parliamo ancora una volta di come procede il mio smaltimento prodotti, che stavolta è stato più soddisfacente perché avevo diverse confezioni agli sgoccioli. 


Per il viso, ho terminato innanzitutto la seconda confezione del gel detergente Pure Active di Garnier, che continua a piacermi molto e che trovo particolarmente adatto per la mia pelle in questo periodo dell'anno. L'ho usato sia da solo, sia in combo con la spazzolina per il viso di Kiko ed in entrambi i casi mi lasciava la pelle fresca e pulita. Mi piace anche perché ha una discreta azione astringente sui brufoli che non mi dispiace. Ne riacquisterò sicuramente una terza confezione, poi vedrò come la mia pelle reagirà all'arrivo dei primi freddi e deciderò se proseguire o interromperne l'utilizzo. 

Non riacquisterò invece le strisce depilatorie viso di Naturaverde Bio. I presupposti perché nascesse una relazione duratura c'erano tutti: strisce con cera naturale, priva di paraffina e ingredienti simili, salviette post depilazione altrettanto valide dal punto di vista della composizione. Purtroppo però si sono rivelate fallaci, in quanto la cera non aderiva bene alla mia pelle e di conseguenza facevo davvero fatica a tirar via i peli. La ricerca delle strisce depilatorie perfette, quindi, continua!

La maschera viso purificante all'argilla della linea Sebum aloe vera di Bio Phytorelax è un prodotto recente su cui avevo riposto molte aspettative, ma che sinceramente non mi è piaciuto tanto. La consistenza eccessivamente liquida rendeva difficile la stesura, aveva una discreta azione astringente sui brufoli, praticamente nulla sui punti neri. Non è di certo la maschera purificante migliore che abbia mai provato e non la riacquisterò.

Ho terminato finalmente la crema viso idratante da giorno con riso e cotone di Naturaline. Finalmente non perché non mi sia piaciuta, ma perché era aperta da troppo tempo. E' un prodotto con il quale mi sono trovata molto bene nel periodo invernale, perché mi dava la giusta idratazione, senza risultare pesante. D'estate non ho potuto utilizzarla sul viso, perché la mia pelle la risputava fuori, e così l'ho terminata come crema corpo, restandone anche in questo caso soddisfatta. Non so se la riacquisterò, perché mi sto trovando bene anche con la crema viso Sebum aloe vera di Bio Phytorelax, per cui valuterò tra qualche mese quale delle due continuare ad utilizzare, ma comunque è un prodotto che vi consiglio se avete una pelle grassa che non gradisce prodotti troppo ricchi. 


Per quel che concerne i capelli, questo mese ho terminato diverse cose. Intanto il balsamo nutriente al karité di Equilibra, di cui vi ho parlato bene in una recensione dedicata. Profumo buonissimo di nocciole, un pochino nauseante con le alte temperature, questo prodotto, pur non essendo nulla di eccezionale, fa abbastanza sui miei capelli: districa, ammorbidisce, nutre il giusto. Potrei sicuramente tenerlo in considerazione per un prossimo acquisto, anche se prima mi piacerebbe provare gli altri prodotti che compongono la linea.

Ho terminato poi lo shampoo Fructis Coconut water, che ho amato per la sua profumazione fruttata ed estiva, persistente sui capelli. Mi è piaciuto, anche se inizialmente ero prevenuta e non gli avrei dato molte possibilità. Apparentemente, mentre lo usavo, sembrava non lavare i capelli, invece lo faceva davvero bene. Non so se lo riacquisterò o se proverò qualcos'altro, in ogni caso ve lo consiglio. 

Anche lo shampoo fortificante di Vitalcare Natural bio è terminato, con mia somma tristezza. Mi è piaciuto così tanto, che sicuramente andrò a riacquistarlo al più presto. E' uno di quegli shampoo sgrassanti, ma al contempo delicati, che mi piace avere sempre a portata di mano per alternarlo con qualcosa di meno lavante e ancor più delicato. Ha un forte potere lavante e per questo lascia le lunghezze un po' aggrovigliate, ma il tutto si risolve applicando un buon balsamo. Mi manca già!

Non servono molte parole per descrivere il mio amore per la maschera all'olio di macadamia di Omia laboratoires: da quanti anni la uso e ve ne parlo? Non le trovo un difetto: profumazione divina di nocciole, ottima azione districante, ammorbidente, disciplinante sui miei capelli. Mi aiuta anche a combattere il crespo e non serve dire che la riacquisterò fin quando l'azienda la produrrà. Credo sia il prodotto di punta di questo brand e se non l'avete ancora provata, cosa aspettate?

Passando adesso al corpo, ho terminato purtroppo lo scrub corpo pesca e ibisco della Tropical summer di Cien. Mi è piaciuto tutto di questo prodotto: la consistenza con un giusto mix di sali e oli, la praticità di utilizzo, il profumo tropicale perfetto per questa stagione, il buon potere scrubbante e nutriente sulla pelle. Le mie gambe, zona maggiore in cui l'ho utilizzato, dopo l'uso erano morbidissime, ma non unte, cosa che ho apprezzato molto. Non sono più riuscita a trovarlo, ma spero che Cien lo riproponga, in quanto prodotto davvero valido.

Ho terminato l'olio di melograno di Danatura, brand di recente introduzione da Ovs e col quale mi sono trovata molto bene. L'ho usato sul corpo per nutrire la pelle dopo la doccia, sui capelli bagnati come impacco pre - shampoo e come olio post depilazione per eliminare i residui di cera; in ogni caso mi ha soddisfatta. La profumazione fruttata-floreale è delicata, ma gradevole. Vi parlerò meglio di questo brand più avanti, perché vorrei provare qualche altra referenza e sicuramente andrò a comprare almeno altri due olii, tra cui di certo quello all'avena. L'unica cosa che non mi è piaciuta è che trovo il tappo poco stabile, in quanto tende ad aprirsi con molta facilità, riversando il prodotto all'interno (per cui conservatelo in posizione eretta).


Ho poi terminato il thalasso scrub corpo di Fior di Magnolia, su cui non spenderò molte parole, perché trovate una recente recensione più dettagliata. Mi è piaciuto molto per il periodo estivo, anche se rispetto allo scrub di Cien era meno delicato e più incisivo. La pelle, dopo l'uso, era morbida e quasi non necessitavo di applicare la crema idratante. Ve lo consiglio e lo terrò in considerazione per un acquisto futuro.



Vi mostro poi due prodotti che non sono totalmente finiti, ma che terminerò al massimo entro questa settimana e quindi preferisco non trascinarmeli fino al post successivo. Il primo è il latte detergente di Kaloderma, che non mi è piaciuto affatto perché praticamente inutile sulla mia pelle. Sto faticando a smaltirlo come struccante, perché non rimuove bene il trucco e non vedo l'ora che sia definitivamente terminato. Di certo non lo riacquisterò più. Il secondo prodotto e ultimo per il corpo è la crema corpo della linea argan e dattero di Delidea. Non mi sono trovata male, ma la sua profumazione non mi ha fatta innamorare e a conti fatti ho usato creme che mi sono piaciute di più, per cui non la riacquisterò.

Vi elenco infine i diversi campioncini che ho terminato:
- L'Erbolario bagnoschiuma Gelsomino indiano
- L'Erbolario bagnoschiuma 3 Rosa
- L'Erbolario bagnoschiuma Iris
- Geomar maschera viso anti-age, rassodante
- Geomar maschera viso nutriente con pappa reale e burro di karité




Continue reading Prodotti finiti [Agosto 2017]

agosto 26, 2017

,

Recensione - Equilibra Argan acqua micellare viso-occhi-labbra

E' passata quasi una settimana da quando ho pubblicato l'ultimo articolo, ma il computer ha deciso di abbandonarmi e di fare una breve vacanza in assistenza. Finalmente posso nuovamente scrivere! Dell'acqua micellare di Equilibra ne hanno parlato davvero tutti, credo sia una delle acque micellari più chiacchierate, alla pari di quelle Garnier. Anche io ho voluto provarla, perché ormai sapete che questo prodotto è parte integrante e costante della mia routine di struccaggio. 


Il packaging dell'acqua micellare di Equilibra mi piace più di altri, devo ammetterlo: la confezione cilindrica trasparente le conferisce un'aria di eleganza e il dosatore a pompetta è estremamente comodo, più dei classici erogatori apri e chiudi, perché consente di dosare meglio la quantità di prodotto che ci serve. Sicuramente terrò la confezione per riutilizzarla in futuro. 

L'azienda ci dice che l'acqua micellare all'argan deterge e strucca senza irritare, rimuovendo ogni traccia di make up e impurità e lasciando la pelle del viso fresca e tonica. Il prodotto non è certificato, ma non contiene parabeni, siliconi, paraffina e oli minerali, sles, sls, cessori di formaldeide, coloranti. E' dermatologicamente testato e adatto a pelli sensibili. 

PAO: 6 mesi
QUANTITA': 200 ml
REPERIBILITA': Acqua e Sapone, Ipercoop, Conad
PREZZO: circa 4 - 5 euro

Ingredienti dal sito Saicosatispalmi

Immagine AQUA (WATER) (solvente)
Immagine GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
Immagine SODIUM ARGANAMPHOACETATE (detergente / tensioattivo)
Immagine SODIUM COCOYL ALANINATE (condizionante capelli / tensioattivo)
Immagine DECYL GLUCOSIDE (tensioattivo)
Immagine SODIUM HYALURONATE (animal) (additivo biologico)
or Immagine SODIUM HYALURONATE (biotecnologico) (Humectant, skin conditioning)
Immagine GARDENIA FLORIDA FRUIT EXTRACT (vegetale)
Immagine PARFUM (FRAGRANCE)
Immagine 1,2-HEXANEDIOL (solvente)
Immagine GLYCERYL LAURATE (emolliente / emulsionante)
Immagine METHYLPROPANEDIOL (solvente)
Immagine PHENOXYETHANOL (conservante)
Immagine LACTIC ACID (agente tampone / umettante)
Immagine TETRASODIUM GLUTAMATE DIACETATE (sequestrante / chelante)



L'acqua micellare di Equilibra ha la consistenza liquida e la colorazione trasparente tipica di un'acqua, con una lieve profumazione floreale che si avverte più annusando all'interno della confezione, che annusando il dischetto di cotone sul quale la applico. Non ho molto da dirvi su questo prodotto, semplicemente perché mi piace, anche se mi aspettavo qualcosina in più, rispetto alle lodi che ho letto o sentito in giro sul web. La uso sia sugli occhi, che sul viso e mi sento di dover fare una distinzione: sul viso ho notato che il suo potere struccante è più alto, perché rimuove senza particolare fatica il fondotinta liquido, anche quelli più coprenti, la cipria, il correttore e il blush. Non mi ha causato irritazioni e non mi ha lasciato la pelle appiccicosa, anche se io risciacquo sempre con un detergente, altrimenti non ho la sensazione che il viso sia davvero pulito. Sugli occhi mi aspettavo di più, pensavo sciogliesse ed asportasse il trucco con maggiore velocità, invece devo stare a sfregare un po' il mascara, che spesso mi lascia delle odiose tracce sulla rima cigliare inferiore, tra l'altro. Qualche volta ho avuto fastidio e bruciore alla palpebra, ma ciò avviene se esagero con la quantità applicata sul dischetto, per cui basta procedere con parsimonia e non ho alcun problema. 

In definitiva, è un prodotto che promuovo, ma si colloca sulla stessa linea di gradevolezza ed efficacia di molte altre acque micellari che ho provato. Il dosatore è un punto a suo favore e non escludo di riacquistarla in futuro, sicuramente la terrò in considerazione accanto ad altri prodotti di eguale qualità. Vorrei provare le acque micellari di Garnier, appena terminerò quello che ho in casa, sicuramente ne acquisterò almeno una versione tra quelle presenti in commercio. 



Continue reading Recensione - Equilibra Argan acqua micellare viso-occhi-labbra