gennaio 10, 2013

I miei prodotti bocciati (make up)

E già...a volte ci deludono.
Da quando ho iniziato ad acquistare maggiormente prodotti di make up, di cantonate ne ho prese tante.
In questo post le raggruppo e vi spiego brevemente il perché. Non mi dilungo ulteriormente per non annoiarvi con chiacchiere inutili. Cominciamo!

1) Un primo prodotto di cui avevo sentito parlar bene, ma che non mi piace affatto è la cipria traslucida di Essence che ho depottato in una palette fai da te. E' una cipria compatta in polvere, bianca, che dovrebbe opacizzare la pelle del viso. In realtà non solo non ha opacizzato un bel nulla, ma anche una minima quantità ha sbiancato la mia pelle, facendomi sembrare uno di quei magistrati con tanto di parrucca bianca che una volta si incipriavano pure il viso, il che non era di certo una bella visione. Sicuramente la mia pelle necessita di un prodotto non dico di alta profumeria o farmacia, ma sicuramente migliore dal punto di vista della composizione, degli ingredienti e del "potere opacizzante". Voglio comunque smaltirla, quindi sto continuando ad utilizzarla quando sto fuori per poco tempo, oppure per opacizzare le palpebre prima di applicare l'ombretto.  Nonostante ne abbia sentito parlar bene da più persone, personalmente non la consiglio , soprattutto se avete la pelle problematica, sensibile o che si lucida tanto! Il costo è di circa 2,50 euro.


2) I matitoni rossetto di Astra rientrano di sicuro tra i bocciati: valgono quel che costano, cioé quasi nulla. Non mi piacciono perché hanno una texture eccessivamente secca, asciutta (ora che fa freddo non ne parliamo!) ed evidenziano righe e pellicine presenti sulle labbra. Non hanno alcun potere idratante e rendono le labbra ancor più secche, ma paradossalmente quel poco di prodotto che si riesce a stendere si fissa e resta lì! E' un prodotto che non consiglio perché con gli stessi soldi (circa 2 euro e 50) si possono acquistare le matite Kiko che trovo migliori oppure le Avon che sono ancora meglio per durata e confort sulle labbra. Le sconsiglio in particolar modo a chi ha, come me, le labbra molto secche e sciupate. Il costo, mi sembra, si aggira sui 2 euro.




3) Altro prodotto di casa Essence che non mi è piaciuto per niente è il pennellino da ombretto, non l'ultimo uscito, ma quello dalla forma "a penna". Questo prodotto è tra quelli che all'inizio si dimostrano "WoW" e poi dopo un po' si rivelano una delusione totale. Perché non mi è piaciuto? Perché dopo i primi lavaggi ha iniziato a scolorire e perdere tanti peli, fino a diventare quasi nullo. Ormai, pur se utilizzabile, si fa difficoltà a stendere gli ombretti o a sfumarli, in quanto la punta del pennello ha perso la simmetria iniziale e ha una parte più folta e una invece molto rada. Piango con un occhio, visto il prezzo e la qualità generale dei prodotti Essence, ma non capisco perché tante persone si son trovate bene mentre la sottoscritta è sempre sfigata ù.ù
Il costo è di circa 2 euro.


4) Dream mousse eyecolor Maybelline: un prodotto ormai fuori produzione da diverso tempo (direi per fortuna!). Si tratta di una gamma di ombretti in mousse di vario colore, facenti parte della stessa linea del famoso fondotinta e dell'altrettanto famoso correttore. Perché non mi sono piaciuti? Perché la pigmentazione, a dispetto dell'apparenza, è davvero scarsa e perché entrano quasi subito nelle pieghe della palpebra, nonostante il primer e anche se usati come base. Ne ho 5 in totale e sto cercando comunque di utilizzarli magari quando vado in palestra per un trucco vedo/non vedo (sì, mi trucco per la palestra...solo gli occhi naturalmente!), perché mi scoccia l'idea di buttarli o di lasciarli inutilizzati. Ve ne ho parlato comunque, anche se sono fuori produzione, perché in giro qualcuno si trova ancora e vorrei risparmiarvi una fregatura!


5) Sempre in casa Maybelline, non mi sono piaciuti assolutamente i Color tattoo, in particolare le due colorazioni che ho acquistato: Permanent Kaki e Immortal Carchoal . Il motivo principale per cui non mi sono piaciuti è il fatto che creano pieghe, anche con il primer. Non mi dilungo molto perché a breve saranno i protagonisti di un nuovo "Pensavo fosse amore...invece era una sola", dove ne parlerò nel dettaglio. Io li ho pagati fortunatamente solo 3 euro ciascuno, ma costano intorno ai 10 a prezzo pieno.


6) Tra i prodotti Astra che ho provato e mi hanno delusa ci sono i rossetti della linea Matt Shine, in particolare i numeri. Non mi sono piaciuti perché, pur avendo una texture abbastanza cremosa, son quei classici rossetti che si spostano allegramente sulle labbra, evidenziando pieghe e sbavando. Non sono riuscita a fissarli perché la matita non basta e cerco pertanto di usarli quando devo sbrigare una commissione veloce sotto casa, anche perché la durata è scarsa e l'effetto sulle labbra è orribile. Costano 2,50 euro.


7) Rossetto Kiko n.11 (linea Smart): l'unico rossetto che ho (e che avrò mai) di questa linea di Kiko, un colore molto bello che non viene però eguagliato dalla scarsa qualità, a mio avviso. Non mi è piaciuto per un unico motivo: come i matitoni di Astra, ho trovato la formulazione piuttosto asciutta e questo ha fatto sì che non fosse agevole la stesura del prodotto sulle labbra e che quest'ultimo evidenziasse pellicine e quant'altro. Avevo in un certo senso "puntato" su questa linea di rossetti, perché ne avevo sentito parlare bene e pensavo che avrei fatto un affare unendo qualità e prezzo conveniente (2.50 euro)...purtroppo non è stato così...Cerco comunque di utilizzare questo rossetto con un lipgloss abbinato, in modo tale che le labbra si ammorbidiscano un po'. Ho provato ad applicare un burrocacao come "base" per ammorbidire le labbra, ma questa tecnica su di me non funzione purtroppo.


8) Gloss Astra 4ever illuminante numeri 9 e 11: mi piacciono molto i colori di questa linea di gloss, ma non mi piace affatto la texture appiccicosa, che è un elemento che odio in generale in tutti i lucidi. Peccato, perché sono prodotti che avrebbero tutte le caratteristiche per riuscire bene: bei colori, come ho già detto, profumazione gradevole, ottima pigmentazione sulle labbra, prezzo basso (circa 3/4 euro), packaging grazioso, pennellino piuttosto comodo. Se amate la formulazione più appiccicosa o non vi fate problemi, vi consiglio di provarli perché al di là di quel difetto, che può piacere o meno, sono comunque dei prodotti validi. Li boccio naturalmente per un gusto personale, preferisco gloss più scorrevoli, idratanti, morbidi, come ad esempio gli Extra volume di Kiko (ne ho acquistato uno ed è diventato il mio gloss preferito, è tutta un'altra storia!).


9) Lipgloss Stay with me di Essence: ho acquistato in particolare le tonalità 05 "I like cotton candy" e 07 "Kiss kiss kiss", ma solo quest'ultima è ancora reperibile negli stand. Così come i gloss Astra, anche questi qui sono molto pigmentati sulle labbra, hanno un'ottima profumazione, un costo irrisorio (circa 2,50 euro), un packaging piccolo e pratico, uno scovolino comodo. E, così come i colleghi, anche questi gloss sono appiccicosi, anche se meno degli altri. Un'altra cosa che non mi è piaciuta è la durata, molto scarsa, si arriva a malapena all'ora (senza mangiare né bere, se no adieu!). Non vale la pena investire soldi in un prodotto simile, a maggior ragione ora che ho scoperto i gloss Kiko, se devo comprarne uno sicuramente preferisco direzionarmi su questi ultimi. Li sconsiglio, caldamente!
Ps. probabilmente qualcuno avrà notato che avevo indicato il gloss n.05 come gloss preferito in questo post
Tranquilli, non sono ammattita...In quel tag ho dovuto scegliere un gloss tra quelli che avevo e senza dubbio era questo il "male minore"...perché non avevo qualcosa che spiccasse più delle altre e perché non avevo ancora acquistato il gloss di Kiko, che attualmente ha soppiantato quello Essence senza mezzi termini, rivelandosi lui il preferito!


11) Dream mousse concealer Maybelline: originariamente avevo pensato di fare una recensione dettagliata di questo prodotto, ma poiché non è più in produzione, non ne vale la pena, per cui dedicherò qui qualche parola. Le parole da spendere sono poche, semplicemente perché non so usare questo correttore, o meglio, non sono riuscita a capire come utilizzarlo. Andiamo per gradi. E' in mousse e per me era una novità, dato che avevo usato sempre correttori in stick, è contenuto in un barattolo di vetro, ha una consistenza piuttosto strana. Ho provato ad applicarlo sia sulle imperfezioni che sulle occhiaie, ma in entrambi i casi la tonalità è risultata troppo chiara e assolutamente incapace di coprire alcunché. Sulle occhiaie fa effetto "neon", illumina troppo la zona (troppo rispetto alla mia naturale carnagione o rispetto alla tonalità del fondotinta che applico) e questo non mi è piaciuto. Fatta fuori la prova occhiaie, sulle imperfezioni il risultato è stato quasi analogo: imperfezione illuminata, messa in evidenza, anziché coperta...mi ha anche dato l'idea che occorresse applicare un secondo correttore sopra, stratificandolo, ma mi sono sottratta a questa operazione. Sicuramente non lo cestinerò (starà però in questo cestino virtuale, almeno per il momento), ma tenterò altri utilizzi, magari in combo con qualcos'altro...vedremo!


12) Lash and brow gel mascara di Essence: non mi è piaciuto perché sulle mie indomabili sopracciglia non funge. Non riesce a fissarle, infatti dopo un po' le punte son tutte sparate e vanno per i fatti loro (soprattutto alle estremità). Appena lo finirò non lo riacquisterò più, anche perché il gel all'interno, dopo un mesetto, è diventato pastoso e ha assunto una colorazione marroncina, poco gradevole, che penso dipenda dal fondotinta. Non mi sento né di consigliarlo, né di sconsigliarlo perché penso che la riuscita del prodotto dipenda molto dalla natura delle sopracciglia...In ogni caso, molte altre case cosmetiche (come Deborah ad esempio) producono questo tipo di prodotto, per cui non è difficile sperimentare!


13) Lasting color stick eyeshadow di Wjcon, n.03 "Rose quartz": ho acquistato questo ombretto perché mi sembrava davvero simile ai Long lasting di Kiko e volevo compararli per vedere se, oltre che per il packaging, questo potesse eguagliarli anche per qualità. Purtroppo sono rimasta delusa, perché questo matitone, che ha un color salmone chiaro perlato (bellissimo!), entra nelle pieghette della palpebra sia se utilizzato da solo, che se usato come base per altri ombretti...Questo mi ha frenato dall'acquistare altri long lasting, anche se penso che in futuro acquisterò un'altra colorazione, per vedere se è questa tonalità ad essere "difettosa", o se invece è la formulazione che non va. Il prezzo di questi ombretti è di 6,90 euro e fino a questo momento non li ho mai visti in sconto...


14) Mascara Multi action di Essence (confezione verde e nera): non mi dilungo perché l'ho già recensito qui. Non mi è piaciuto perché mi impiastricciava le ciglia, facendo grumi e senza separarle. Tutto di quel mascara mi dava la sensazione di un prodotto scadente: l'odore, la formulazione, il packaging...L'ho terminato qualche tempo fa e non lo ricomprerò sicuramente, perché con qualcosa in più ci sono mascara con cui mi trovo meglio.

15) Mascara Ultratech di Kiko: anche qui non mi dilungo perché ho intenzione di fare una recensione approfondita di questo mascara, non appena sarà terminato. Per il momento lo metto tra i bocciati per le stesse ragioni del mascara Essence: non mi piace lo scovolino, che preleva troppo prodotto e incolla le ciglia, nonostante prenda tutti gli accorgimenti per evitare ciò. Questo difetto l'ho riscontrato già dal secondo utilizzo, come se il prodotto all'interno fosse già "addensato" dall'acquisto. Mi sembra una situazione strana, viste le tante opinioni entusiaste che circolano sul web...Quando terminerà penso proprio che non lo ricomprerò, sia perché non amo gli scovolini in silicone, sia perché voglio provare altro e di Kiko ci sono altri mascara con cui mi trovo meglio.


16) Pennello doppio da polveri e fondotinta di H&M: ho acquistato questo pennello, lo ammetto, perché ne avevo sentito parlare bene e sono rimasta anche colpita quando l'ho trovato in negozio, visto che dalle mie parti H&M non ha dei reparti make up molto forniti. Sono rimasta delusa perché lo avevo preso soprattutto per la parte dedicata al fondotinta e invece proprio quella non mi è piaciuta affatto: il fondo non si stende bene, si creano orribili strisce e segni del passaggio del pennello, per cui ho abbandonato subito questo utilizzo. Ho rivalutato invece la parte dedicata alle polveri che, pur essendo un po' pungente, è utile per stendere il fondotinta minerale o la cipria. Boccio in definitiva questo pennello perché lo trovo facilmente sostituibile e di qualità scadente.


17) Top coat  Super wear di Rimmel: ho pensato che questo top coat potesse essere una valida alternativa a quello di Essence . In realtà l'ho trovato persino peggiore, perché non solo non fa durare di più lo smalto, ma è difficile da stendere e trascina con sé lo smalto applicato sotto, cosa che trovo inaccettabile da un prodotto del genere. Tanto è vero che il pennellino è rimasto macchiato del colore dello smalto e così anche il prodotto restante all'interno della boccettina. Per fortuna l'ho pagato solo 3 euro, ma comunque soldi buttati. Quel che é peggio é che, non potendo stenderlo, non ho potuto valutarne le altre caratteristiche, quali durata, brillantezza, effetto 3D decantato, prevenzione delle scheggiature, protezione UV. Per tutte queste ragioni sconsiglio questo top coat e non lo ricomprerò più.


18) Smalti Deborah Pret à porter: possiedo solo due smaltini di questa linea, ma non mi piacciono perché hanno una durata pessima, sulle mie unghie non sopravvivono oltre le 24 ore. Mi sembrano simili agli smalti Shaka, in quanto hanno delle colorazioni interessanti e variegate, sono comodi quanto a dimensioni della confezione, ma poi non riescono a fare quello che ci si aspetta da uno smalto. Non ricordo il prezzo esatto di questo prodotto, se non erro dovrebbe aggirarsi sui 3,90 euro o 4,90 (in base anche al punto vendita).


19) Smalti Shaka ed Essence (Colour and go): non mi ripeto, penso le stesse cose che ho già detto per gli smalti Deborah. L'unica differenza è il prezzo: 1,99 euro per gli smalti Shaka, 1,19 per quelli Essence.


4 commenti:

  1. anche io odio l'Ultratech di kiko!
    peccato invece per il pennello essence..io continuo ad utilizzarlo ma mi trovo benissimo!!!
    per la cipria meditavo l'acquisto ma mi sa che passo!
    grazie per le mini review! ;)

    RispondiElimina
  2. ah mi consolo al pensiero che non sono l'unica a trovarsi male con l'ultratech =D
    Per quanto riguarda la cipria, dipende sempre dal tipo di pelle che si ha e dalle sue esigenze...per me é come acqua fresca purtroppO!

    RispondiElimina
  3. Ciao purtroppo il mondo del make up è molto soggettivo! Se ti consola anche io mi sono trovata male con l'ultra tech. Il pennellino essence ti consiglio di provare a ricomprarlo perchè è davvero strano che ti faccia quel lavoro, invece la cipria, per 2.50€, ti consiglio di cestinarla perchè a smaltirla ci vuole tanto tempo se non ti piace...
    Grazie mille per essere passata nel mio blog, riguardo il balsamo spray della L'Oreal non è male sai?! Però devo spruzzarlo in dosi generose (un 8-10 spruzzi?! la prima volta ne avevo fatti di meno e non ho notato super differenze) e nonostante ciò non appesantisce il capello e ad asciugatura fatta l'ho trovato abbastanza in ordine e morbido (certo: nessun effetto piastra eh, un liscio naturalissimo ;) ).
    L'ho pagato 2€ e direi che non mi ha delusa, se riesci a trovarlo in un acqua&sapone allo stesso prezzo te lo consiglio. ;)

    RispondiElimina
  4. Purtroppo Acqua e sapone non c'è dalle mie parti =( Comunque andrò in ricerca perché mi incuriosisce molto! La cipria prima o poi finirà cestinata, ma per il momento mi fa un po' pena buttarla poverina xD Per il pennellino vediamo...l'impresa è riuscire a trovarlo, negli stand che ho vicino i pennelli non ci sono mai! xD

    RispondiElimina