dicembre 02, 2013

,

Kiko smalto n.224

Non so da quanti giorni vi prometto il primo post di recensione/confronto...avrei dovuto pubblicarlo ieri, ma come al solito qualche impedimento non mi ha permesso di essere puntuale. Oggi perciò vi propongo qualcosa di semplice, in attesa di completare quel post che comunque è già a buon punto. Entro questa settimana sicuramente farà capolino su questi schermi.

Solitamente non faccio distinzioni tra smalti estivi/invernali..mi è capitato di portare un verde sparafleshato in pieno Gennaio, come un taupe o un marrone scuro ad Agosto, quindi in genere non mi faccio problemi.
Lo smalto che vi mostro oggi è il 224 di Kiko, un colore di cui mi sono innamorata e che sto usando frequentemente. Si tratta di un rosso rubino che penso sia perfetto non solo per questa stagione, ma anche per le occasioni quali cerimonie, compleanni e le varie festività che si avvicinano.
Come vi ho detto altre volte, non amo il rosso classico sulle unghie, ma di solito mi dirigo su varianti scure (amo quelle sul bordeaux). Il colore in questione è pieno di brillantini rossi e argento piccolissimi, che insieme donano un effetto elegante, ma non banale alle unghie (soprattutto se lunghe).


Il packaging
Nulla di nuovo rispetto al classico barattolino dalla forma squadrata degli smalti di Kiko. L'applicatore mi piace molto: è più lungo dei soliti e stretto, permette così di arrivare ai lati dell'unghia in modo abbastanza preciso.


Cosa ne penso
Tra i tanti smalti di Kiko che possiedo, questo è uno dei miei preferiti per varie ragioni. Innanzitutto, come vi ho detto prima, mi piace la forma del pennellino che facilita l'applicazione anche nei punti più "difficili" da raggiungere. La stesura è davvero semplice, soprattutto perché il prodotto ha la consistenza perfetta, liquida e scorrevole, ma non eccessivamente. Anche la pigmentazione è davvero buona, già con una passata si ottiene un colore pieno (l'unica accortezza è ripassare il bordo dell'unghia dove, non so se sia una mia caratteristica o meno, tendono a restare spazi vuoti). Altra cosa che mi piace di questo smalto è che ha una finitura lucida, più di altri smalti, anche senza l'applicazione del top coat. Ho apprezzato il fatto che, fino ad oggi, non si siano creati grumi né sul bordo della boccetta, né sul pennellino o sull'unghia e questo va a confermare quello che vi dicevo prima, cioé che la formulazione non ha nulla a che vedere con quella, pessima, di molti altri smalti Kiko (esempio il Beige nudo, con cui mi sono trovata malissimo).
Giungendo alle dolenti note, eh si...purtroppo ci sono, ho riscontrato quella cosa fastidiosissima che hanno tutti gli smalti Kiko in mio possesso e cioé una durata (senza top coat) praticamente pari a zero. Senza applicare sopra il mio Better than gel nails di Essence o il top coat ad asciugatura rapida di Nyc, il 224 di Kiko dura il tempo di un sospiro: devo stare immobile per infiniti minuti senza poter toccare nulla e anche dopo aver atteso tutto questo tempo, basta mettere in moto le mani che lo smalto è già scheggiato sui bordi o addirittura viene via "a pezzi" ai lati dell'unghia. Cosa, questa, che mi manda fuori dai gangheri.
Altra nota che ci tengo a riportare è che occorre dosare bene la quantità di smalto applicata ed evitare le passate abbondanti, se non volete ritrovarvi con tante deliziose bolle d'aria che vi fanno ciao con la manina!

Credo di avervi detto tutto e vi confermo che, tolto quel paio di elementi oggettivamente antipatici, questo smalto è tra i miei preferiti, sia per colore, sia per facilità nell'applicazione.

Info
PAO: 36 mesi
QUANTITA': 11 ml
REPERIBILITA': store Kiko
PREZZO: 3,90 euro (in offerta si può trovare anche a 1,90).

3 commenti:

  1. Ciao! ^_^
    C'è un premio per te sul mio blog, passa a ritirarlo ^_^
    Buona serata!!

    RispondiElimina
  2. ciao, Complimenti per il tuo Blog!!!!

    se ti va, passa a trovarmi :)
    www.violettaviola01.blogspot.it

    RispondiElimina