luglio 23, 2015

, , ,

Preferiti, ripescati, prime impressioni (unghie)


Buongiorno!
L'estate è uno dei periodi dell'anno in cui curo maggiormente le unghie delle mani e dei piedi, nonché le mani ed i piedi stessi, perché mi piace cambiare spesso lo smalto ed utilizzando scarpe aperte, voglio che i miei piedi appaiano sempre curati ed idratati.
Negli ultimi mesi ho scoperto e riscoperto dei prodotti che mi hanno dato una prima impressione positiva e voglio parlarvene in modo sintetico, con una veloce carrellata. Vi parlerò principalmente di smalti, sia colorati che curativi o d'aiuto nella manicure, conto poi più avanti di parlarvi di creme, scrub ed altri prodotti che uso in generale sul corpo ed in particolare anche sui piedi.


Per quanto riguarda gli smalti colorati, sto letteralmente amando il rosa corallo acceso, nelle sue mille varianti, sia sulle mani che sui piedi. Vi segnalo in particolare due smalti economici: lo 070 Funky babe di p2 ed lo 03 Rosebud di Shaka. Entrambi stanno degnamente sostituendo il mio amato Think pink di Essence, che si è prosciugato raggiunta la metà della boccetta e che quindi ho dovuto cestinare. La base di partenza è appunto un corallo molto acceso, ma mentre quella di Shaka è una tonalità più chiara, quella di p2 è decisamente più scura ed intensa.
Si somigliano anche per la qualità: in entrambi i casi la stesura è abbastanza pratica e veloce, il prodotto è liquido il giusto ed è coprente con due passate. Sulla durata ho sempre i miei dubbi, almeno per quanto riguarda le mani, perché gli smalti mi durano al massimo due giorni intatti, poi si sbeccano o sgretolano. Sui piedi il discorso cambia: con un top coat, entrambe queste colorazioni mi son durate anche oltre i 20 giorni perfettamente intatte!!
Una differenza? Il pennellino: quello di Shaka è il classico a sezione allungata e stretta, quello di p2 è piatto ed a sezione larga ( preferisco di gran lunga quest'ultimo, lo trovo più comodo).


Un altro recente acquisto è il French white crème di Wet 'n wild, che purtroppo pecca un po' nella stesura poco omogenea, come molti smalti bianco gesso. E' un colore che volevo da una vita e quindi chiudo sempre un occhio quando lo uso, l'ho provato anche sui piedi e me ne sono innamorata. Sarà sicuramente uno degli smalti più usati di questi mesi.


Nella sezione ripescati, vi menziono nuovamente il Kiko Sun show nail laquer n.468, uscito con la collezione estiva dell'anno scorso ed il Rimmel 60 seconds n.819 Green with envy.
Il primo è un colore particolarissimo, racchiude secondo me tutte le tonalità del tramonto: fucsia, arancio, oro, viola. Ha una consistenza particolarmente liquida, infatti occorrono almeno due passate per ottenere una bella coprenza e la durata è buona. Il secondo è un verde ottanio bellissimo e metallizzato, che non uso spessissimo, dico la verità. Spero di recuperare nei prossimi mesi, perché si stende bene e dura altrettanto, occorrono però due-tre passate per ottenere una coprenza piena. 

Per quanto riguarda gli smalti curativi, le basi, i top coat e gli "accessori" per facilitare l'applicazione dello smalto, il brand p2 è il protagonista con diversi prodotti che mi hanno veramente sorpresa, inoltre ho qualcosa da mostrarvi anche di Essence e di Sinful colors. 



Tra le basi che sto utilizzando da diversi mesi, vi segnalo il perfect nail hardener di p2 e la basecoat di Sinful colors. La prima è una base rinforzante di color bianco lattiginoso, ma che una volta stesa risulta trasparente e con finitura lucida. Non ha formaldeide e dovrebbe essere applicata una volta alla settimana per un mese. Io in realtà l'ho applicata ogni qual volta ho cambiato lo smalto, quindi due - tre volte alla settimana, sia sulle mani che sui piedi. Non ho notato grandissimi miglioramenti, le mie unghie continuano a sfaldarsi, però sono un pelo più forti e si rompono con meno facilità. Sono meno flessibili, non so se ho reso l'idea. 
La seconda invece è una base di color rosa chiaro lattiginoso e tale sfumatura di colore da' alle unghie, una volta stesa. Non ha formaldeide, ma non ha neppure particolari caratteristiche rinforzanti, sbiancanti o di altra natura. E' una semplicissima base, che fa comunque bene il suo lavoro, perché non mi è mai capitato che mi si macchiasse l'unghia, anche con colori scuri. 



Per la categoria top coat, ve ne segnalo sempre due: l'ultra wear top coat di p2 ed il top shine di Sinful colors. Il primo mi sta piacendo abbastanza, è un prodotto che fa durare lo smalto più a lungo e protegge bene l'unghia. In realtà la durata è soggettiva, se lo smalto in generale vi dura un paio di giorni, come succede a me con qualsiasi smalto, grazie a questo top coat potrete ottenere un giorno in più di durata, ma nulla di eclatante. La finitura è lucida, l'effetto è quasi quello di un gel, l'unica pecca è che tende a trascinare il colore di alcuni smalti. Ah, anche il pennellino non mi piace: è di quelli stretti e non facilita la stesura. L'asciugatura è nella media, né troppo rapida, né troppo lenta. 
Il secondo top coat, quello di Sinful colors, non mi sta facendo impazzire. La finitura è meno lucida del precedente, trascina via qualsiasi smalto e non regala una durata particolarmente prolungata. 
Tra i due prodotti, vi consiglio sicuramente il primo. 


Un prodotto che ho scoperto da qualche mese e che prima non usavo durante la manicure, è lo spray (o le gocce) per velocizzare l'asciugatura dello smalto. Ne sto usando due, di diverse tipologie: il quick dry spray di p2 e le express dry drops di Essence. Sono prodotti diversi tra loro ed io ho già individuato il mio preferito. Non posso più fare a meno dello spray di p2, che trovo eccezionale. Innanzitutto il packaging è pratico, in quanto è trasparente (e quindi possiamo vedere a che livello d'uso siamo arrivati) ed ha un erogatore spray che permette un utilizzo rapido e comodissimo. 
Io lo uso dopo aver applicato il top coat, quindi come ultimo step della manicure, spruzzando una erogazione per ogni unghia, ad una distanza di qualche centimetro. E' un prodotto oleoso, che crea subito una patina sull'unghia, ma si asciuga in uno-due minuti senza lasciare alcuna traccia di unto, anzi lascia l'unghia ancor più lucida. L'unica pecca è l'odore, fa una puzza incredibile di medicina amara, ma ve lo consiglio ad occhi chiusi, secondo me è uno dei prodotti più riusciti di questo brand, almeno tra quelli che ho provato fin ora. 

Le famose goccine asciuga smalto di Essence, sono altrettanto valide. Il prodotto è diverso, sia per la consistenza meno oleosa, sia per il packaging che ha un dosatore conta gocce.
Io lo uso applicandone una goccina per ogni unghia ed ho notato che effettivamente asciuga più velocemente lo smalto, ma non così rapidamente quanto il precedente prodotto. Per il resto si equivalgono.  Per entrambi questi prodotti vi consiglio di mettere sotto la mano una tovaglietta o qualcosa che protegga la superficie di lavoro, poiché, pur non macchiando, sono comunque prodotti oleosi e sporcano un po'. 

Concludo questa carrellata con un altro accessorio che ho inserito di recente nella mia manicure, ossia la penna correggi smalto. Ancora una volta si contendono il primo posto la nail polish corrector pen di Essence e la color correcting pen di p2. In questo caso i prodotti si equivalgono in tutto e per tutto, li trovo validi e pratici per correggere sbavature, errori o per distanziare lo smalto dal giro cuticole, le puntine ed i ricambi sono ben imbevuti di solvente.Come ho fatto a non usarli prima? Sono pratici anche in viaggio e di certo li porterò con me in vacanza. 

4 commenti:

  1. Che bella carrellata di smalti.
    Anche io curo molto i piedi in questa stagione. Le mani tutto l'anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io prima non lo facevo...ma ho scoperto che mi rilassa molto!

      Elimina
  2. Ho scoperto da poco il marchio P2 e sono rimasta sbalordita dall'ampia gamma di prodotti! Per ora ho acquistato il tuo stesso top coat, l'intensive nail hardener e la crema mani ultra soft dall'odore buonissimo :) se ti va passa dal mio blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho fatto incetta di un sacco di basi, però non le ho ancora provate

      Elimina