maggio 30, 2016

Prodotti finiti [Maggio 2016]

Buongiorno ^_^
Quanta soddisfazione nel controllare la busta dove tengo i prodotti smaltiti, questo mese sono stata più brava del solito!


Capelli

Noah Leaves balsamo idratante alle foglie di edera e olio di mandorla: non so ancora se ve ne parlerò in maniera specifica, comunque sia non mi ha entusiasmata. E' uno di quei prodotti che fino alla fine vi lascia perplessi perché non lo avete capito fino in fondo se fa al caso vostro oppure no. Il profumo era buono e persisteva abbastanza sui capelli, la consistenza cremosa permetteva di utilizzarne poco alla volta, quanto però agli effetti, non aveva particolari capacità districanti, ammorbidenti e idratanti.
Lo riacquisterei? Non credo.
Sostituito con: balsamo Ekos all'aloe vera.

Milmil natura shampoo #zero%foryou: per essere uno shampoo con buon inci ed un prezzo medio, ha fatto il suo lavoro discretamente. Rientra tra gli shampoo abbastanza sgrassanti e che purtroppo aggrovigliano i capelli nella fase di risciacquo, non ha una profumazione particolarmente evidente e necessita per forza del balsamo, altrimenti si creano tantissimi nodi. Assomiglia per certi versi allo shampoo della Vivi Verde Coop, ma quest'ultimo a mio avviso è nettamente migliore.
Lo riacquisterei? No.
Sostituito con: sto alternando lo shampoo Ekos per lavaggi frequenti allo shampoo Cien frutta e vitamine.

Noah latte spray all'olio di cotone: per me non vale nulla, né come disciplinante, né come anticrespo, né per ammorbidire i capelli, né per districarli o lucidarli. Ha un odore pessimo, l'erogatore non è adatto alla formulazione in crema e sui capelli risulta perfettamente inutile. Ho avuto la costante sensazione che peggiorasse la situazione.
Lo riacquisterei? Ovviamente no.
Sostituito con: olio ai semi di lino di Omia laboratoires, decisamente meglio.

Ekos shampoo delicato per capelli secchi: l'ho acquistato in un momento di incoscienza, dato che non ho la cute secca e shampoo del genere risultano sempre pessimi per me. Questo ha confermato le mie impressioni già dal primo utilizzo, quando mi sono accorta che, non solo non lavava per niente la cute, ma vi restava aggrappato e non riuscivo a tirarlo via, se non con uno shampoo totalmente diverso. L'ho finito come sapone per le mani e bagnoschiuma, se avete la cute grassa, statene alla larga.
Lo riacquisterei? No e non acquisterò più shampoo per capelli secchi, ho imparato la lezione.
Sostituito con: shampoo Ekos per lavaggi frequenti e shampoo Cien frutta e vitamine. 

Viso e make up


Glenova tonico viso rinfrescante: non è male, un comunissimo tonico senza caratteristiche particolari. Ho fatto fatica a smaltirlo come tale, per cui spesso l'ho aggiunto al ghassoul per creare una maschera viso. 
Lo riacquisterei? No, ho bisogno di qualcosa di più astringente.
Sostituito con: tonico purificante di Giardino cosmetico.

La Saponaria tea tree oil puro: lo usavo anni fa per l'acne e dopo averlo ripreso, non posso più farne a meno. Tralasciando il fatto che è un prodotto multiuso per le sue proprietà astringenti ed antibatteriche, mi ha aiutato tanto a tenere il viso più purificato e disinfiammare un grosso brufolo sotto pelle che mi è spuntato all'inizio del mese.
Lo riacquisterei? Sto temporeggiando perché non è un prodotto economico, ma lo riprenderò assolutamente. 
Sostituito con: al momento nulla. Consigliatemi un buon tea tree oil con un ottimo rapporto quantità- prezzo. 

Benecos trio blus "Fall in love": non ci siamo presi sin dai primi utilizzi, perché l'ho trovato poco scrivente e troppo polveroso. Sono contenta di averlo finalmente terminato, paradossalmente la parte che scriveva meno era quella pescata, motivo principale per cui l'avevo acquistato. C'erano poi un illuminante ed un marroncino, più scriventi ma sostanzialmente inutili per me. 
Lo riacquisterei? No.
Sostituito con: per ora sto utilizzando due blush di una palette senza marca specifica che mi hanno regalato tempo fa, ma appena possibile prenderò un nuovo blush rosato, credo di Benecos (stavolta singolo però :D ).

Corpo


Leocrema crema corpo: l'etichetta mi ha abbandonata da tempo T.T Pur essendo una crema piena di schifezze, non l'ho trovata affatto male per idratare la pelle delle gambe, in quanto la applicavo la sera ed il mattino dopo avevo la pelle liscia e morbida. Peccato che l'effetto durava giusto poche ore, poi andava riapplicata.
La riacquisterei? Non lo escludo, ma per ora vorrei provare altro.
Sostituito con: sto alternando le creme corpo di Perlier al muschio bianco ed iris blu.

Avon care latte corpo (linea Natalizia di mille anni fa): non so da quanto tempo giaceva in bagno dimenticato da tutti, mi ha fatto pena e l'ho terminato. Non amo il latte corpo, ho bisogno di prodotti più nutrienti e questo non lo era affatto.
Lo riacquisterei? Anche ammesso che esista ancora, non penso proprio.
Sostituito con: le due creme corpo di Perlier di cui vi ho accennato sopra.

Assorbello olio emolliente delicato: già il nome è tutto un programma, è un olio pieno zeppo di paraffina e non so dove avessi la testa quando l'ho comprato. E' inutile, scivola sulla pelle senza aggrapparsi ad essa, non idrata, anzi vi ritrovate la pelle ancor più secca di prima. Unica nota positiva la profumazione floreale e delicata, ma a che pro?
Lo riacquisterei? No.
Sostituito con: non ho ancora acquistato un olio di ricambio, ma vorrei riprendere quello della Coop che si trova al reparto bimbi.


Equilibra fango termale cellulite: non ho scritto una recensione completa di questo prodotto perché sono stata incostante nell'utilizzo e non l'ho associato ad una corretta alimentazione. E' un fango piuttosto liquido che scivola sul corpo e macchia tutta la superficie su cui vi poggiate, per fortuna però si risciacqua facilmente. Dà subito una sensazione di freschezza che si prolunga per diversi minuti, ma non posso dirvi nulla sull'effetto sulla cellulite e gli inestetismi della pelle, per i motivi di cui sopra. Per questioni di tempo non l'ho usato con la classica pellicola, ma lo applicavo sotto la doccia e lo lasciavo in posa per cinque minuti, prima di risciacquarlo.
Lo riacquisterei? Non credo, ho capito che i fanghi non fanno per me, non riesco ad essere costante nel loro utilizzo e non ne faccio buon uso.
Sostituito con: non penso di acquistare altri fanghi, almeno per il momento.

Planta Optima scrub corpo ai granuli di albicocca: vi ho parlato di questo scrub in un post di prodotti bocciati perché questo è per me, un prodotto quasi inutile, dalla confezione scomoda e che non permette di prelevare tutto ciò che c'è all'interno. Non l'ho trovato particolarmente efficace sul corpo, così l'ho terminato sul viso, ma a parte il fatto che lasciava la pelle morbida, non ho notato altri benefici.
Lo riacquisterei? No.
Sostituito con: sul corpo sto usando lo scrub all'orchidea e latte di riso di Beauty Elements, sul viso non ho ancora aperto nessun sostituto, ma mi aspetta lo scrub all'argan di Delidea.

Coop detergente intimo delicato (ricarica): è un prodotto che in casa abbiamo acquistato più volte, perché oltre ad essere conveniente in termini di prezzo e di impatto sull'ambiente, si è rivelato un ottimo detergente intimo. E' delicato e non ha causato prurito o altri fastidi né a me, né a mia mamma che ne soffre spesso. Non tira la zona e la lascia pulita e fresca.
Lo riacquisterei? Sì e ve lo consiglio.
Sostituito con: stiamo utilizzando lo stesso prodotto, alternato con un detergente intimo di Felce azzurra.

Altro


Cien Pure cleansing mask: è una maschera viso con argilla bianca e zinco che dovrebbe dare un effetto purificante ed astringente, utile per pelli grasse e con imperfezioni. Ne ho usato solo metà confezione per un totale di due applicazioni e sinceramente non ne sono rimasta entusiasta, perché mi sembra che non apporti alcun beneficio al mio viso. Vi dirò di più quando utilizzerò la seconda parte.

Profumi vari: Adidas Fruity rhythm eau de toilette, Aquolina acqua corpo alla vaniglia, Aquolina profumo alla panna montata. Il primo è un mio preferito che ho già ricomprato una seconda volta e che ricomprerò, sperando di trovarlo ancora: è un profumo lievemente floreale ed intenso, sensuale, avvolgente, maturo e molto persistente sia sulla pelle, che sui vestiti. Gli altri due sono profumini che ho terminato sulle lenzuola del letto, in quanto le profumazioni non fanno proprio al caso mio: la vaniglia non rientra tra le mie fragranze preferite, la panna montata era eccessivamente dolciastra per i miei gusti. Non li ricomprerò.

Cestinato


Questo mese c'è anche un prodotto che a malincuore devo buttare: il sapone nero di Lovea. Lo presi perché ero incuriosita dal fatto che si trattasse di un detergente quasi solido, che alla vista era molto simile ai panetti di cera prima di essere scaldati. Purtroppo non sono mai riuscita ad utilizzarlo come si deve, perché è rimasto sempre solido, anche in piena estate. Lo prelevavo con le mani e cercavo di spalmarlo sul corpo, ma restava per la maggior parte a grossi grumi e non riuscivo a capire come fare, tra l'altro si risciacquava a fatica, quasi come se restasse attaccato alla pelle come cera.
Non è ancora scaduto, ma non avendogli trovato un utilizzo alternativo, lo cestinerò.


4 commenti:

  1. Peccato per i prodotti noah, mi incuriosivano molto e avrei voluti provarli, ma leggendo la tua recensione sono un po' restia :(... ti aspetto su paroleeburrocacao.blogspot.it con un nuovo giveaway

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti anche a me sembravano migliori qualitativamente.

      Elimina
  2. Caspita hai finito davvero un sacco di prodotti, complimenti!
    Io pure questo mese ho un prodotto cestinato, uff :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto mi ha infastidita doverlo buttare, intanto era davvero inutilizzabile.

      Elimina