settembre 22, 2016

,

Recensione - Omia laboratoires olio per capelli ai semi di lino

Nonostante ne faccia uso da più di un anno sia sul corpo che sui capelli, non sono un' amante degli olii, probabilmente perché non mi piace la sensazione di unto che rilasciano, mi danno l'idea di sporco. Devo però ammettere che in diverse situazioni si sono rivelati utili, soprattutto come terapia d'urto per capelli stressati o pelle secca, anche se continuo a pensare che la vera e propria "manna dal cielo" per rimettere in sesto la chioma sia un bel taglio dopo l'estate. Oggi vi parlo dell'olio ai semi di lino di Omia laboratoires, che utilizzo da Maggio.


Gli olii per capelli di Omia sono contenuti in un flacone in plastica marrone scuro, con tappo a vite ed erogatore spray.

Informazioni generali
Olio capelli ristrutturante antirottura per capelli sciupati e fragili.
Eco bio cosmetico certificato ICEA, cristalli liquidi naturali, non unge né appesantisce.
E' un preparato trattante specifico per capelli a base di olio di semi di lino da coltivazione biologica certificata. L'olio di semi di lino dona ai capelli volume e nuova forza.
Uso: prima o dopo lo shampoo, anche in aggiunta alla maschera condizionante: applicare uno spruzzo sulle mani e stendere accuratamente sui capelli, ripetere fino all'ottenimento dell'effetto desiderato. 

PAO: 6 mesi
QUANTITA': 100 ml
REPERIBILITA': Ovs, Coin, supermercati Ipercoop
PREZZO: circa 7 euro

Ingredienti

ISOPROPYL PALMITATE(antistatico / legante / emolliente / solvente)
LINUM USITATISSIMUM(vegetale / emolliente)
CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE(emolliente / solvente)
CITRUS MEDICA LIMONUM(vegetale)
TOCOPHEROL(antiossidante)
PARFUM

L'odore di questo prodotto non è affatto piacevole, come un po' tutti i prodotti a base di semi di lino che ho provato: è il classico odore di olio un po' troppo unto e grasso e purtroppo permane sui capelli, non ho trovato soluzioni per eliminarlo. L'erogatore spray è comodissimo, perché permette di dosare bene il prodotto ed evitare di usarne troppo, altrimenti, come è ovvio, unge e sporca i capelli.
Come lo utilizzo?

  • come impacco pre-shampoo --> in una ciotolina verso due-tre cucchiai di balsamo o maschera ed aggiungo l'olio quanto basta. Poi bagno i capelli e applico il composto aiutandomi con un pettine, avvolgo i capelli nella pellicola trasparente e in una cuffietta da doccia, poi lascio in posa in base al tempo che ho a disposizione, minimo una mezz'ora. Durante il lavaggio i capelli sono più malleabili e all'asciugatura più districati, però molto dipende dal balsamo o dalla maschera che utilizzo. Al momento sto smaltendo i balsami di BioQ, che purtroppo non mi sono piaciuti e noto che non mi danno alcuna soddisfazione neppure nell'impacco. L'olio di semi di lino va in un certo senso a potenziare l'efficacia del prodotto condizionante, per cui la combinazione tra olio Omia e balsami BioQ non mi è piaciuta. Lo proverò tra qualche giorno con la maschera all'olio di argan e vi aggiornerò.
  • come spray per capelli al mare --> ve lo avevo anticipato quando lo acquistai che lo avrei messo a dura prova durante il periodo estivo e così è stato. L'ho portato con me in spiaggia e lo applicavo dopo il bagno (se possibile dopo aver risciacquato i capelli con acqua dolce). Devo dire la verità, rispetto all'olio di macadamia non ho notato chissà quali benefici, a parte una riduzione dei nodi e quindi una chioma maggiormente districata. Mi aspettavo che mi aiutasse a proteggere i capelli dall'azione del sole e del mare, a "contenere" la maggiore secchezza che nei mesi estivi solitamente abbonda sulle mie lunghezze, o meglio era questo ciò che mi interessava di più ottenere. 
  • come olio pre-asciugatura --> ce ne ho messo di tempo prima di capire quale fosse la quantità più adatta per i miei capelli e non vi dico quanti shampoo ho dovuto rifare perché avevo esagerato con le dosi. Adesso ne applico due spruzzi, uno per ogni lato della testa, massaggio con le mani per qualche minuto e procedo all'asciugatura. Cosa noto? Come ho detto prima, i capelli sono più districati e si pettinano con maggiore facilità, per il resto purtroppo non ho notato né una maggiore morbidezza della chioma, né benefici sul crespo che è il mio cruccio principale. 
Concludendo, sicuramente una differenza c'è tra quando uso quest'olio e quando invece non lo utilizzo: i capelli sono più morbidi e districati. Al contempo però credo che non sia la tipologia più adatta a me, sia perché non ho beneficiato dell'effetto "ristrutturante" decantato dall'azienda, sia perché la ragione principale che mi spinge ad usare prodotti di questo tipo è che voglio una chioma disciplinata ed in ordine e soprattutto voglio limitare l'effetto paglia che si scatena nelle giornate umide, tutte cose che purtroppo non ho ottenuto.  

4 commenti:

  1. Non sono solita utilizzare oli per capelli, ma il migliore per me resta quello di cocco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'ho ancora provato, pian piano arriveró anche a quello!

      Elimina
  2. Ecco, io lo avevo pianificato un bel taglio dopo l'estate solo che la luna giusta non arriva mai. O arriva quando non posso andare dal parrucchiere.
    Quest'olio non lo conosco ma ai semi di lino ne ho provati altri in passato e sui capelli si erano rivelati molto performanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai seguito la luna per programmare il taglio, di solito seguo i calendari di esami universitari :D però ho notato che un paio di volte li ho tagliati in luna crescente e si sono allungati più velocemente...non so se sia un caso!

      Elimina