giugno 10, 2017

Hair care routine del periodo e qualche prima impressione

Ogni tanto mi piace aggiornarvi sui prodotti di uso quotidiano, anche per fare il punto della situazione e poi, tornando indietro nel tempo, vedere come si é evoluta, anche per quanto riguarda i capelli. Da quando, ormai più di 3 anni fa, ho reso la mia routine di cura dei capelli quasi totalmente biologica, questa parte del mio corpo è sicuramente quella che tendo ad attenzionare maggiormente, dedicandole sufficiente tempo durante tutta la settimana. Taglio i capelli regolarmente 2-3 volte l'anno e sono fermamente convinta che questo sia il primo strumento da sfruttare per mantenere i capelli sani. Da giusto un mesetto li ho spuntati molto, eliminando diversi centimetri pieni di doppie punte perché sì, nonostante usi raramente la piastra e cerchi di idratare e nutrire le mie lunghezze secche, i miei capelli tendono facilmente a creare doppie punte ed é una cosa che per ora riesco ad arginare abbastanza. Da qualche mese a questa parte però sto avendo problemi alla cute, la quale sta diventando pian piano molto grassa, temo per un problema generale di eccesso di peso e di grasso nell'organismo che sto combattendo da qualche settimana. Vedremo se una corretta alimentazione ed una vita più attiva apporteranno benefici in questo senso, per il resto, é giunto il momento di tacere e mostrarvi cosa sto usando attualmente.



Sul fronte degli shampoo, cerco sempre di alternarne almeno 2, di cui uno più lavante e magari indicato per capelli grassi, l'altro più delicato e adatto a lavaggi frequenti. Nell'ultimo periodo, in doccia mi ritrovo lo shampoo all'argan di Omia laboratoires e da pochissimo ho iniziato il Vitalcare Natural bio. Il primo non ha un potere lavante eccezionale, è molto delicato ma svolge sufficientemente bene la sua funzione e nel complesso mi piace per questo periodo primaverile estivo. Il secondo ha un potere lavante molto alto, addirittura più dello shampoo delicato di Vivi Verde Coop e dopo un solo lavaggio lascia i capelli istantaneamente è perfettamente puliti. L'ho usato solo una volta e per ora non mi ha dato effetti indesiderati come il fastidioso prurito. Due shampoo che a rotazione uso e tengo sempre in casa sono il sopracitato shampoo delicato di Vivi Verde Coop e il Cien anti- forfora: il primo lo tengo come jolly per avere sempre a portata di mano qualcosa di lavante ed allo stesso tempo delicato, del secondo adoro il profumo e lo uso soprattutto quando vado di fretta e non ho il tempo di applicare un balsamo, perché lascia i capelli sufficientemente morbidi e profumati.



Step per me fondamentale é il balsamo, passaggio che ho imparato ad apprezzare solo da qualche anno a questa parte, mentre prima lo usavo raramente. Anche di questa tipologia di prodotto tengo almeno due confezioni diverse in doccia, preferibilmente a vocazione idratante. Al momento ho appena terminato il balsamo all'aloe de I Provenzali bio e quindi l'ho subito sostituito aprendo quello al karitè di Equilibra: ha una profumazione divina di nocciole, districa e lascia i capelli abbastanza morbidi. Per il momento mi piace, anche se devo stare attenta a dosarlo bene, perché altrimenti tende ad appesantirmi i capelli. Giusto ieri ho provato il balsamo di Vitalcare Natural bio, del quale ho sentito parlare davvero male. È una crema consistente, ma non troppo, con una profumazione erbacea e fresca. Come prima applicazione non mi è dispiaciuto: i capelli sono districati perfettamente, però per quanto riguarda il crespo e la sensazione di morbidezza, non ho notato quel quid in più che hanno altri prodotti che ho provato. Staremo a vedere come si comporterà nel lungo periodo, è ancora presto per tirare le conclusioni. Residua poi nella mia doccia un po' del balsamo ai semi di lino di Omia, che non mi ha fatto impazzire e che per questo sto usando soprattutto per fare degli impacchi, nella speranza di smaltirlo più velocemente.


Prima di asciugare i capelli, è mia abitudine applicare un olio o dei cristalli liquidi per proteggerli dal calore e disciplinarli ulteriormente. Sto usando al momento l'olio di argan di Omia in spray: ne spruzzo una puntina sul palmo delle mani, riscaldo il prodotto e lo applico solo sulle lunghezze e soprattutto sulle punte, aiutandomi con una spazzola. Mi piace l'effetto che mi dà, perché effettivamente rende i capelli più lisci e disciplinati, nonché lucidi. Lo utilizzo anche negli impacchi, unendolo al balsamo, per nutrire di più i capelli. 

Veniamo ora agli impacchi, che faccio una volta a settimana, tendenzialmente nel week end. In genere uso il balsamo che a turno ho in doccia oppure qualche prodotto che non mi piace e voglio smaltire più in fretta. Come vi dicevo, lo unisco all'olio, applico il composto sui capelli inumiditi, avvolgo con pellicola trasparente e cuffietta da doccia, lasciando in posa da un minimo di 3 ore ad un massimo di....ehm anche 10 :O L'effetto che ottengo dipende ovviamente dal tipo di prodotto che uso, perché se è un balsamo o una maschera che non mi piace, difficilmente usandola a mo di impacco cambierò idea. In generale però i capelli sono sicuramente perfettamente liberi dai nodi e, almeno per la prima giornata post impacco, sembrano più curati e più sani.

Questi sono i pochi e semplici passaggi che faccio. I miei capelli purtroppo risentono molto di ogni minimo cambiamento climatico e si sporcano facilmente col vento o con un po' di umidità, che non manca mai dove vivo. A questo punto, la parola a voi: come vi prendete cura dei vostri capelli? Avete qualche consiglio da darmi? 


2 commenti:

  1. Abbiamo un paio di passaggi in comune. Pure io taglio i capelli due volte l'anno e alterno sempre più shampoo.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto tempo ho sottovalutato il taglio dei capelli, per fortuna che ad un certo punto ne ho capito l'importanza!

      Elimina