gennaio 28, 2018

,

Recensione - Kiko Pure clean exfoliating powder



Il mio rapporto con esfolianti e scrub viso è da sempre controverso. Negli anni ho provato tanti brand e tante formulazioni, rendendomi conto di quanto sia un prodotto utile ed importante per la mia pelle. Credo, anzi, che chi ha una pelle impura e con imperfezioni, dovrebbe regolarmente fare uno scrub al viso, così come altrettanto regolarmente associare una maschera purificante. Pur avendo io una pelle problematica, essa è anche estremamente delicata, perché con molta facilità si arrossa e si macchia, quindi devo stare attenta ad usare prodotti che non siano aggressivi. 

Non conoscevo il Pure clean exfoliating powder di Kiko fino a quando l'ho visto in un video recensione e mi ha incuriosita, perché la ragazza che lo recensiva, ne parlava positivamente, pur avendo una pelle diversa dalla mia. Complici degli sconti, diversi mesi fa, ho deciso di acquistarlo, anche perché ero da tempo sprovvista in casa di scrub viso. 


Il Pure clean exfoliating powder di Kiko ha una confezione in plastica rigida grigio-lilla, di forma cilindrica, con tappo che si avvita ed un foro erogatore fisso. 

PAO: 6 mesi
QUANTITA': 50 grammi
REPERIBILITA': negozi Kiko
PREZZO: 7,95 euro

Ingredienti

KAOLIN, MICROCRYSTALLINE CELLULOSE, TALC, COCAMIDOPROPYL BETAINE, SODIUM LAUROYL SARCOSINATE, ORYZA SATIVA STARCH (ORYZA SATIVA (RICE) STARCH), ZEA MAYS STARCH (ZEA MAYS (CORN) STARCH), OLEA EUROPAEA SEED POWDER (OLEA EUROPAEA (OLIVE) SEED POWDER), CELLULOSE, ETHYLHEXYL PALMITATE, AVENA SATIVA KERNEL FLOUR (AVENA SATIVA (OAT) KERNEL FLOUR), ALOE BARBADENSIS LEAF JUICE, BENZYL ALCOHOL, SILICA, PARFUM (FRAGRANCE), TARTARIC ACID, PHENOXYETHANOL, ETHYLHEXYLGLYCERIN


La polvere detergente esfoliante di Kiko, come potete vedere in foto, si presenta come una polvere sottile ed un pochino granulosa, di colore bianco. La profumazione è leggera, fresca, con una lieve nota talcata. Va mescolata con semplice acqua e poi massaggiata sul viso (asciutto per un'azione più intensa, umido per un'azione più delicata): si creerà un composto leggero, con micro particelle esfolianti. Personalmente faccio così: verso sul palmo della mano un po' di esfoliante ed aggiungo l'acqua mediante un contagocce, cercando di non metterne troppa per non rendere il composto troppo liquido. Poi sfrego le mani tra loro e massaggio il prodotto sul viso inumidito, con movimenti circolari, insistendo soprattutto su naso, guance e mento, le mie zone più impure. Cerco di massaggiare per 2-3 minuti e poi risciacquo. 

Dopo l'utilizzo, la mia pelle è un po' arrossata nelle zone in cui ho massaggiato l'esfoliante, ma diciamo che è una reazione che rientra nei limiti della normalità, in quanto vi dicevo che la mia pelle è molto delicata. Il rossore passa subito e non ho mai avuto, fino ad oggi, problemi di bruciore, di pelle che tira o cose simili, quindi tutto sommato non è un prodotto aggressivo su di me. L'effetto principale che questo esfoliante dà, secondo me, è che la pelle del viso appare morbida e levigata. Non agisce chissà quanto sui punti neri e le imperfezioni, ma è un buon aiutante nel purificare la pelle, soprattutto se associato ad una buona maschera. 

Lo sto utilizzando con regolarità una volta a settimana, insieme ad una maschera all'argilla che di volta in volta vario ed in effetti contribuisce, seppur in piccolo, a mantenere la mia pelle in buono stato. Come ho detto, non ha un'azione astringente o davvero purificante, però è un prodotto davvero piacevole da utilizzare, anche perché i micro granuli rimangono discreti e non provocano fastidio durante lo sfregamento con la pelle. Lo consiglio un po' a tutti. Non so se lo riacquisterò, semplicemente perché mi sono trovata ancor meglio con l'esfoliante di Delidea bio con albicocca e mango, che mi rimuoveva persino gli odiati punti neri dal naso. 





6 commenti:

  1. Ne fa uno Agronauti che prima o poi potrei anche prendere in considerazione. Ma del resto esfolianti ne uso così di rado che potrebbe essere una spesa da risparmiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti ammortizzarla nel tempo però, visto che non lo usi molto spesso.

      Elimina
  2. A me attira in effetti perché amo gli scrub sottili, più di quelli spessi, ma alla fine ricado sempre sugli esfolianti chimici quindi non mi capitano. Me lo segno per il futuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io con gli esfolianti e gli scrub non ho ancora un rapporto definito, vado a tentativi..

      Elimina
  3. Dalla tua descrizione di pelle,mi sà che è molto simile alla mia e io non ho mai pensato che fare scrub potesse aiutare. Voglio provarla questa polvere!!!! *-*


    the smell of friday ☕

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me lo scrub è spesso sottovalutato, ma aiuta davvero. Ovviamente bisogna essere costanti e fare una pulizia della pelle appropriata, ma aiuta a levigare e rinnovare la pelle.

      Elimina