agosto 08, 2018

, , , , , , , , ,

Skin care routine viso || estate 2018

Non è passato molto tempo dall'ultima volta in cui abbiamo parlato di skin care routine qui sul blog, infatti vi ho mostrato i prodotti da me in uso per l'inverno e la primavera in questo post. Oggi vorrei vedere insieme in cosa è cambiata la mia routine con l'avvento del caldo e dirvi in generale come sta la mia pelle e come mi sto trovando con ciò che sto utilizzando. 

Ricordo sempre a chi non lo sa, che la mia pelle è grassa, impura e acneica, ma delicata. Se durante l'inverno il mio viso presenta zone tendenti a seccarsi e necessita quindi di formulazioni più cremose e un pizzico idratanti, d'estate la formula "meno è meglio" la fa da padrona, privilegiando texture in gel che regalano una botta di freschezza e di energia alla pelle e riducendo all'osso i prodotti da applicare sul viso, perché l'unto si fa vedere e la mia pelle spesso e volentieri risputa fuori qualsiasi cosa. Nell'ultimo mese circa, la mia pelle si sta nuovamente riempiendo di brufoli, punti neri e pori dilatati più del solito, perché sto attraversando un periodo di forte stress, che inevitabilmente ricade sul mio aspetto fisico, oltre che sul mio umore. Se è vero che la salute della pelle riflette in qualche modo quella dell'anima, per ora devo portare pazienza fin quando questo momento di tensione, ansia e preoccupazioni non sarà passato del tutto.

www.amazon.it

Per quanto concerne la detersione del mattino, dopo aver provato a utilizzare la saponetta al tea tree oil di L'artigiana del naturale per questo momento della giornata, alternandola alla saponetta allo zolfo di Fior di loro alla sera, mi sono resa conto che la mia pelle per ora vuole stare un po' più tranquilla e meno sollecitata da prodotti astringenti e purificanti, per cui quando mi sveglio mi sto limitando a passare sul viso l'acqua micellare di Garnier, nella versione per pelli miste con un dischetto di cotone e a risciacquare con della semplice acqua, tamponando il tutto delicatamente con della carta, anziché con la solita asciugamano. L'acqua micellare mi permette di rimuovere tutte le impurità formatesi durante la notte, al contempo mi rinfresca ed è meno aggressiva della saponetta. 

www.fiordiloto.it
La sera, invece, utilizzo la saponetta allo zolfo di Fior di loto, che mi aiuta visibilmente a sfiammare i brufoli e ridurre le imperfezioni. E' un prodotto che ho amato a tal punto da averlo già riacquistato e da volerne fare scorta per i mesi a venire. Ottima anche per struccare il viso, pulisce bene la pelle e soprattutto non la secca, lasciandola molto morbida. Ho sospeso invece l'uso dei dispositivi manuali per la pulizia, cioè la spazzolina di Kiko e quella in silicone di Oh K!, proprio per non stressare troppo la pelle.

www.ipersoap.com

Per quanto riguarda l'idratazione della pelle e i trattamenti post detersione, al mattino e alla sera vaporizzo sul viso pulito e asciutto il tonico all'olio di argan e alfaidrossiacidi di frutta di Planta Optima. Non mi dispiace, poiché è rinfrescante e non lascia il viso molto appiccicoso, ma preferivo di più quello alla rosa mosqueta di Omnia botanica, che penso proprio di riacquistare per la stagione fredda.


Anche il contorno occhi è uguale per il mattino e la sera, infatti sto usando quello al melograno di Cien nature. Nulla di eccezionale, ma per le esigenze attuali del mio contorno occhi va bene, dato che non è affatto secco. Per l'idratazione del viso sto alternando due prodotti che mi piacciono molto e sono perfetti per questa stagione: al mattino applico la crema viso gel idratante protettiva di Vivi Verde Coop, mentre alla sera il trattamento viso anti imperfezioni di Bio Phytorelax, linea Sebum aloe vera. La crema è un gel trasparente che si assorbe in fretta, lasciando il viso fresco, mentre il trattamento è una cremina altrettanto leggere e di rapido assorbimento, ma con un pizzico in più di idratazione. La mia pelle non ha bisogno di chissà quale nutrimento nella stagione calda, per cui entrambi i prodotti vanno benissimo. 

Salto lo struccaggio, perché mi sto truccando raramente e nella maggior parte dei casi uso l'acqua micellare di Garnier di cui vi ho parlato prima, unita alla saponetta allo zolfo per rimuovere tutti i residui di trucco. 


Infine, a proposito di maschere e scrub, sto utilizzando quello che ho in casa e non ho novità da mostrarvi. Lo scrub lo faccio una, max due volte a settimana per non stressare troppo la pelle, alternando il Kiko Pure clean exfoliating powder all'esfoliante sugar scrub di L'Orèal. Il primo è decisamente più efficace e levigante sulla pelle, contribuendo a rendere meno evidenti i pori dilatati e i punti neri sul naso, mentre il secondo lascia la pelle più morbida, ma non ha particolari capacità purificanti. 
Per quanto riguarda le maschere, invece, ho preso l'abitudine di farle più spesso, circa 2-3 volte a settimana e far seguire quelle purificanti da quelle più idratanti. Sto utilizzando la pasta d'argilla verde di Lovea per tentare di smaltirla: non è male, ha una buona azione astringente sulla pelle. Ho usato e terminato la maschera all'argilla verde di L'Orèal, che mi è piaciuta molto, soprattutto perché purificava senza seccare la pelle. Sto smaltendo anche la maschera purificante all'olio di rosa mosqueta de I Provenzali, che è la giusta via di mezzo tra un prodotto purificante ed uno idratante, in quanto non ha la stessa efficacia delle altre maschere all'argilla che vi ho menzionato e al contempo lascia la pelle più morbida e compatta. 


2 commenti:

  1. "Meno e meglio" è un concetto che molti di noi dovrebbero tenere bene a mente :D io certi step non posso saltarli neanche in estate perché la mia pelle si secca molto facilmente. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io per fortuna qualcosa posso saltarla, perché fino ad oggi la mia pelle non subisce particolari traumi.

      Elimina